Morte allo stadio Monigo,chiuse le indagini su Vinicio Artuso

La Procura di Treviso ha chiesto il rinvio a giudizio per il manovratore del carrello elevatore, che avrebbe dovuto portare via il mezzo che provocò la morte del 59enne

TREVISO – Dopo un anno di accertamenti si sono concluse le indagini sulla morte di Vinicio Artuso, il 59enne di Preganziol, responsabile della club house dello stadio Monigo, vittima di un incidente sul lavoro il 3 aprile 2013.

La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio dell'autotrasportatore di 50 anni, dipendente della ditta Lorenzon, che era stato incaricato di portare via il carrello elevatore dal quale Artuso precipitò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quel giorno a manovrare il carrello, che inclinandosi disarcionò la vittima, sarebbe stato proprio il 50enne. Per questo la Procura ha chiesto il processo per omicidio colposo per l'operaio che da anni conosceva Vinicio Artuso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento