Papà Andrea muore a soli 47 anni a causa di un male incurabile

Andrea Bottan, di Motta di Livenza, lascia a la moglie e due figli. A portarlo via alla vita una grave forma tumorale scoperta solo due mesi fa

Andre Bottan in una foto del 2014

Andrea Bottan, 47enne di Lorenzaga di Motta di Livenza, se ne è andato in soli due mesi a causa di una malattia fulminante. Solo due mesi fa, infatti, Andrea aveva scoperto di aver una grave forma di tumore al cervello. Come riportano i quotidiani locali, tutto era iniziato sul lavoro quando il 47enne si era accorto di avere alcune strane difficoltà motorie, come a seguito di una ischemia, tanto da decidere di recarsi subito all'ospedale Ca' Foncello di Treviso per una visita specialistica che ha però riscontrato una forma tumorale al cervello. A quel punto i medici hanno deciso di ricoverare il 47enne a Milano per tentare un delicato intervento risolutivo.

Bottan ha così passato 40 giorni ricoverato a Milano, con tutte le precauzioni del caso vista la pandemia da Coronavirus, e tutto sembrava volgere per il meglio. Bottan, una volta migliorata la situazione sanitaria nazionale, è poi tornato nella sua Lorenzaga per la riabilitazione. Purtroppo, però, nelle scorse ore il suo cuore si è fermato per sempre all'ospedale di Oderzo a seguito di un edema cerebrale, lasciando così nello sconforto la famiglia, gli amici, i colleghi e gli appassionati radioamatori della Marca di cui era un membro. Bottan, operaio per diversi anni alla Viottografica di Motta di Livenza e volontario di protezione civile, lascia la moglie Sara e i figli Clara e Lorenzo. Le esequie si terranno alle ore 15 di sabato all'interno della chiesa di Lorenzaga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Covid, un grafico divide l'Italia in province e Treviso finisce in "zona rossa"

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento