menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede Plast a Fontanelle

La sede Plast a Fontanelle

Plast di Fontanelle: operaio muore in Russia, polemica dei sindacati

Incidente mortale nella fabbrica del gruppo Plast a San Pietroburgo, i sindacati di categoria chiedono chiarimenti all'azienda di Fontanelle

ODERZO "Chiederemo chiarimenti alla proprietà per capire la dinamica dell'incidente e sapere quali iniziative di sostegno ai familiari del lavoratore la Plast sia disposta a mettere in campo. Inoltre vogliamo sapere se il rischio rappresentato dall'utilizzo di gas criogenici, come l'azoto liquido, nell'attività produttiva dello stabilimento di Fontanelle sia stato adeguatamente valutato”. Femca Cisl, Filctem Cgil e Uiltec Uil chiedono chiarimenti alla Plast di Fontanelle in merito all'incidente che lo scorso 23 dicembre è costato la vita a un dipendente dell'azienda operativo nel capannone di produzione affittato da Euromoulding, società del gruppo Plast, nella zona industriale Sestroretsk di San Pietroburgo, durante la messa in funzione di nuove attrezzature.

La causa dell'incidente nella fabbrica di Sestroretsk - in cui un operaio 45enne, Fadil Nabir, cittadino italiano di origine marocchina residente in via Comunale a Colfrancui di Oderzo è stata ucciso e altri due sono rimasti gravemente feriti - è stata una fuoriuscita di azoto. I rappresentanti sindacali riferiscono che regolando un macchinario collegato ad un contenitore di azoto liquido, che viene utilizzato come refrigerante, si è verificata una fuoriuscita . L'operaio manutentore specializzato della società Plast, in trasferta presso lo stabilimento russo, ha perso la vita sul posto. Altri due lavoratori di Euromoulding, un 46enne elettricista russo, e un addetto alla manutenzione di 23 anni dall'Uzbekistan, sono stati ricoverati con lesioni gravi. “La Euromoulding di Sestroretsk – spiegano i rappresentanti di Femca, Filctem e Uiltec - ha diversi clienti trevigiani e veneti: Electrolux, Seleco, Alpina, Sinudine, AEG, Benetton”.

“L'incidente - proseguono - ha colpito particolarmente i colleghi del lavoratore Plast, che lascia una moglie, due giovani figliolette e il fartello Ahmed anche lui dipendente alla Plast. Chiediamo chiarimenti alla proprietà, per conoscere approfonditamente la dinamica dell'incidente, e quali iniziative di sostegno ai familiari del lavoratore l'azienda sia disposta a mettere a disposizione. Inoltre vogliamo conoscere se il rischio rappresentato dall'utilizzo di gas criogenici, come l'azoto liquido, sia stato adeguatamente valutato anche nell'attività produttiva dello stabilimento di Fontanelle”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento