Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Salgareda

Infarto fatale in casa durante la quarantena per il Covid: Gianni muore a 66 anni

Marangio, noto istruttore di nuoto a Salgareda, è deceduto nella mattinata di sabato. Dagli anni '90 insegnava all'interno della Piscina Arca di Oderzo

Gianni Marangio

Un lutto improvviso ha colpito sabato mattina la città di Salgareda. Gianni Marangio, noto istruttore di nuoto ed ex odontotecnico, è difatti spirato nella sua abitazione a causa di un probabile infarto. Il 66enne, come riporta "la Tribuna", si trovava in quarantena a causa della contrazione del Covid-19, seppur fosse quasi asintomatico. Originario di Lecce, era persona conosciutissima su tutto il territorio, tanto che fin da subito sono stati moltissimi coloro che si sono stretti intorno alla famiglia in questo momento di dolore. Gianni, infatti, lascia la moglie commercialista Cinzia Di Bello e la sorella Isabella che su Facebook lo ha ricordato così: «Solo tre mesi fa eri qui con noi a Lecce. Adesso hai raggiunto la mamma e papà. Rip fratello mio».

Questo il ricordo della Piscina Arca di Oderzo nella quale Marangio insegnava fin dagli anni '90: «Ciao Gianni! Con la tristezza nel cuore salutiamo il nostro tecnico e amico da una vita, Gianni Marangio, che ci ha improvvisamente lasciato. È sempre stato una figura di riferimento per tutti noi, un amico fidato, simpatico, sempre col sorriso, con la battuta pronta, che sapeva rallegrare le giornate e che sapeva cogliere gli aspetti positivi anche nei brutti momenti. La famiglia Arca piange uno storico e prezioso collaboratore ma anche un grande amico. Siamo sicuri, Gianni, che troverai lassù infinite acque azzurre dove nuotare verso l’infinito e che ti metterai al lavoro anche lì per insegnare e condividere la tua grande passione. Ci mancherai tanto! Buon viaggio!».

gianno marangio-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infarto fatale in casa durante la quarantena per il Covid: Gianni muore a 66 anni

TrevisoToday è in caricamento