Lutto nel mondo dei motori: morto a 89 anni il noto giornalista Gianni Marin

Fondatore di Gente Motori nel 1972, è stato anche recordman di velocità nel 1992 a Bonneville (USA) sfrecciando a poco meno di 300 km/ora con una Alfa Romeo 155

Gianni Marin (foto Ansa)

E' morto nella giornata di sabato, a Milano e all'età di 89 anni, il noto giornalista Gianni Marin, fondatore di Gente Motori nel 1972 per la Rusconi Editore (per la quale, su Gente, aveva iniziato come articolista per una rubrica settimanale) e recordman di velocità nel 1992 a Bonneville (USA), sfrecciando a poco meno di 300 km/ora con una Alfa Romeo 155. Nativo di Vittorio Veneto, Marin ha legato la sua persona alla città di Milano fin dagli anni '60, anche se la "gavetta" da giornalista iniziò in Veneto come inviato per le gare sportive. Successivamente, diresse il mensile Autorama edito dal conte Giovannino Lurani Cernuschi, figura di spicco dello sport automobilistico visto che fondò la rivista Auto Italiana e creò con Luigi Villoresi la Scuderia Ambrosiana.

Impressionato dal mensile Quattroruote, Marin in Gente Motori tiene una costante attenzione al rapporto tra uomo e automobile piuttosto che ai soli aspetti tecnici. Di quel periodo storico si ricordano i Grandi Raid e le interviste ai top manager dell'industria dell'auto di tutto il mondo, tanto che di lì a poco nasceranno anche TuttoMoto e AutoInFuoristrada. Successivamente, Marin dà vita anche a Clacson, settimanale che la Rusconi voleva contrapporre all'altro settimanale Auto Oggi della Mondadori. Poi, una volta uscito dalla Rusconi, Marin fondò anche altre testate, associando al giornalismo altre passioni come il golf e l'arte contemporanea.

Così lo ricorda, su Facebook, il Museo Fratelli Cozzi di Legano (MI): «Abbiamo avuto notizia della scomparsa di Gianni Marin...Vogliamo ricordarlo con le foto della sua auto, quella con cui conquistò il record di velocità nel 1992 a Bonneville, sfrecciando a 185 miglia orarie... Poco meno di 300 km/ora. Grazie per le emozioni che ci hai regalato e che tramanderemo al Museo Alfa Romeo Fratelli Cozzi».

126908894_3644309145608381_5712714820988402347_n-2

126987838_1696303673910036_6815728536758587406_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento