Cronaca Casier / Via Parini

Morto Giovanni Battista Tozzato, ex sindaco di Casier e grande studioso del passato

L'81enne si è spento nella giornata di venerdì, poco prima di una lectio magistralis presso l'Ateneo di Treviso di cui era socio onorario da diverso tempo

CASIER Si è spento improvvisamente nella giornata di venerdì, poco prima che iniziasse la festa per l'Ateneo di Treviso (di cui era socio onorario) con la prolusione del nuovo anno accademico. Fatale un arresto cardiaco inaspettato e che non gli ha lasciato scampo, tanto che i soccorsi del Suem 118, arrivati prontamente sul posto in pochi minuti, nulla hanno potuto fare contro il fato che se lo era già portato via. Lui è Giovanni Battista Tozzato, ex sindaco di Casier e studioso di vaglia, un curioso indagatore del passato, soprattutto della sua Treviso.

Sposato, con tre figli e da tempo in pensione, l'81enne era stato insignito in passato di diversi titoli onorifici, tra cui: Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana (1973), Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana (1990), Socio corrispondente dell’Ateneo di Treviso nel 2006, socio ordinario nel 2007 e socio onorario nel 2014. La sua storia però parla anche di un servizio militare in qualità di sottufficiale con diploma di trasmettitore marconista, di un periodo di precariato come insegnante di materie letterarie, della Direzione Didattica del 2° Circolo di Treviso (Scuola reggimentale di Monigo e carceraria di S. Bona), di un insegnamento alle scuole elementari per 30 anni, oltre che per l'appunto Sindaco di Casier per due amministrazioni (1964/1975) e Presidente della Polisportiva di Casier (1980/1982). Tra le sue pubblicazioni si possono annoverare poi opere come “Casier e Dosson nella storia”, “Sulle origini del tempio di S. Francesco di Treviso”, “Pescatori e barcaroli sul Sile nel ‘300”, “I discendenti del Petrarca a Treviso fra il ’300 ed il ’600”, “Matrimoni e doti nel Medioevo” e “Servitù medievale: schiavi, servi e apprendisti” con prefazione del professor Mazzoccato. I funerali si svolgeranno comunque mercoledì alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Dosson di Casier.

Tra i primi a ricordare l'amico scomparso è stato in ogni caso lo scrittore, e presidente di Ateneo Treviso, Gian Domenico Mazzoccato che, in un lungo post su Facebook, ha voluto salutarlo così: "Piango un caro, carissimo amico. Non lo vedrò più con le sue bottiglie di raboso che allietavano tante serate. Straordinari i suoi studi sulla famiglia del Petrarca, su Santa Maria dei Battuti. L'ultima cosa assolutamente inedita che aveva documentato nelle sue pagine era la schiavitù che veniva abitualmente praticata sul nostro territorio in tempi anche abbastanza recenti. Più volte ho avuto l'onore di scrivere la prefazione ai suoi libri. Che si leggevano di corsa tanto ricchi e tanto densi di notizie inedite erano. Era disponibile, mi ha aiutato tantissimo nel decifrare il verbale da cui ho tratto la vicenda che poi è confluita nel mio romanzo 'Il caso Pavan'. Qualsiasi cosa gli chiedessi, lo facevo felice perchè poteva rendersi utile. Come presidente dell'Ateneo lo ricordo nella sua attività di consigliere del direttivo: il suo era sempre un apporto di saggezza, equilibrio ed esperienza. Aveva insegnato ed era stato impegnato in politica come sindaco di Casier in anni non facili. Benvoluto e stimato da tutti. Lascia un vuoto immenso. Mi unisco alla famiglia nel rimpianto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Giovanni Battista Tozzato, ex sindaco di Casier e grande studioso del passato

TrevisoToday è in caricamento