Muore in casa a 25 anni il giorno di Natale: disposta l'autopsia

Un ragazzo tunisino di 25 anni è morto a Mansuè dopo essersi sentito male in casa di un amico. Nel suo passato problemi di droga. Martedì 29 dicembre l'esame autoptico

Volante dei carabinieri (Foto d'archivio)

Muore in casa di un amico la mattina di Natale, poco prima di mezzogiorno. Non c'è stato nulla da fare per B.G.B., 25enne di origini tunisine residente in via Chiesiol a Mansuè. I soccorsi hanno provato a rianimarlo più volte ma il giovane era stato stroncato da un arresto cardiocircolatorio.

A chiamare i soccorsi è stato l'amico che aveva ospitato il 25enne in casa. Sul posto, oltre all'ambulanza e all'auto medica del Suem 118, anche i carabinieri di Conegliano che hanno avviato le indagini sul decesso. La salma è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria e domani, martedì 29 dicembre, sarà eseguita l'autopsia sul corpo del 25enne. Il sospetto è che, all'origine dell'arresto cardiaco, possa esserci un'overdose per abuso di sostanze stupefacenti. L'uomo che ospitava il 25enne al momento del decesso è stato interrogato dai militari dell'Arma. Entrambi erano noti alla Giustizia per alcuni precedenti penali. Il sindaco ha inviato le condoglianze alla famiglia del ragazzo. Una tragedia che ha scosso la comunità di Mansuè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento