Cronaca

Il 50enne Mario Casagrande muore in bus: nessuno se ne accorge

Un malore l'ha colto sulla tratta del bus cittadino a Vittorio Veneto. La scoperta solo quando il corpo è caduto a terra esanime

L'ospedale di Vittorio Veneto

VITTORIO VENETO - Stava tornando a casa come sempre tramite la linea bus cittadina, ma qualcosa è andato storto e a casa non è mai giunto. Il 50enne Mario Casagrande è infatti deceduto verso le 15 di mercoledì nel bus sul quale si trovava, senza che nessuno potesse aiutarlo.

L'uomo infatti era appoggiato con la testa al finestrino, come molti fanno quando vogliono riposarsi un po' e per questo nessuno si è preoccupato. A lungo andare però, a causa dei continui sobbalzi del mezzo pubblico, il corpo di Casagrande ad un certo punto è improvvisamente crollato inerme a terra nel corridoio del bus causando choc tra tutti i presenti che inizialmente hanno pensato ad uno stato alcolemico molto alterato.

Immediatamente il mezzo è stato fermato e l'autista, una volta capito cosa stesse succedendo e riconoscendo la vittima (molto conosciuta in città a causa di un passato turbolento), ha subito chiamato il Suem 118 che in breve tempo è giunto sul luogo con un'ambulanza. Purtroppo ogni tentativo di rianimare il 50enne è stato vano e quindi è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Vittorio Veneto dove però i medici non hanno potuto fare alche che constatarne la morte, forse per un infarto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 50enne Mario Casagrande muore in bus: nessuno se ne accorge

TrevisoToday è in caricamento