menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Piero Filippini, storico proprietario del ristorante L'Incontro

Dopo una lunga malattia è mancato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, all'età di 78 anni: pochi giorni fa aveva festeggiato i 45 anni di attività con l'amico Giacomino Benvegnù

TREVISO Treviso perde un'altra delle figure storiche del centro storico, a pochi giorni dalla morte di Francesco Vasconetto e prima ancora di Ferruccio Danesin. Dopo una lunga malattia è mancato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso, all'età di 78 anni, Piero Filippini, storico proprietario, con l'amico Giacomino Benvegnù, del ristorante “L'Incontro” di Porta Altinia.

Il locale è entrato nella storia del capoluogo della Marca, fin dalla sua apertura il 2 aprile del 1970, perché frequentato da politici di livello, artisti, attori e personaggi della Treviso che conta. Alcuni giorni fa Piero Filippini e Giacomino Benvegnù avevano festeggiato insieme i 45 anni di attività. Il ristoratore lascia nel dolore la moglie Luciana e i figli Federica e Alberto. Nei prossimi giorni sarà fissata la data dei funerali.

“Se ne va un simbolo non solo della ristorazione, ma della città di Treviso – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – la scomparsa di Piero Filippini lascia a tutti noi una grande tristezza nel cuore. Le mie più sentite condoglianze vanno alla moglie, ai figli e a tutta la famiglia, al fratello Arturo, altro nome della tradizione culinaria trevigiana. Sono vicino al suo socio Giacomo Benvegnù con cui condivideva non solo il lavoro, ma la passione per l’Incontro, il locale che in più di 45 anni di attività ha visto transitare tanti importanti nomi della cultura, del mondo politico, dello sport e dello spettacolo”.

“Con Piero Filippini, storico proprietario de L’Incontro a porta Altinia, se ne va uno dei pionieri e capisaldi della ristorazione di qualità a Treviso. Il suo locale, aperto con Giacomo Benvegnù esattamente 45 anni fa, resta uno dei più suggestivi e noti del centro storico del capoluogo, frequentato da personalità di spicco dello spettacolo, dell’arte, della storia della città”. Così il presidente della Regione del veneto ricorda la figura di Piero Filippini, scomparso oggi all’età di 78 anni.

“Dopo Ferruccio Danesin e Francesco Vasconetto, è un’altra storica figura della trevigianità che ci lascia. Nato come bar all’interno della porta eretta nel 1500, anche grazie alla location esclusiva ‘L’Incontro’ è diventato in pochissimo tempo punto di riferimento per il centro storico, portando avanti un menu della tradizione con ingredienti stagionali che aveva deliziato generazioni di trevigiani e non solo. In quel ristorante si erano recati presidenti della Repubblica, personalità della cultura e dello sport, cantanti come Lucio Dalla, attori come Carlo Verdone. Una pagina di storia che non si cancellerà e che continuerà grazie alle mani sapienti di Giacomo Benvegnù e dello staff de L’Incontro, capaci di portare avanti una tradizione prestigiosa non solo per la città ma per la Marca intera”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento