menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renato Gramazio

Renato Gramazio

Lutto nel volontariato di Soligo: a 78 anni si è spento Renato Gramazio

Storico autista nei pullman di linea, per anni aveva collaborato con la comunità alloggio “Una casa tra le case”. A portarlo via alla vita un tumore incurabile

La comunità di Soligo piange la scomparsa di Renato Gramazio. Un male improvviso, un tumore che non perdona, venerdì lo ha strappato a 78 anni dall’affetto dei propri cari e così, in poco tempo, se ne è andato in punta di piedi, in silenzio, come nel suo stile. Renato era molto conosciuto nel territorio perché per molti anni aveva lavorato come autista nei pullman di linea (dapprima con la ditta Baratto, storica azienda pievigina a cui è subentrata successivamente l’ATM e poi La Marca), trasportando intere generazioni di studenti e lavoratori. 

Con l’avvento della pensione si era dedicato al volontariato e alle proprie passioni.  La sua disponibilità era proverbiale, sempre a dare un aiuto a chi ne aveva bisogno, aveva fatto del servizio la sua ragione di vita. Infatti, aveva collaborato per un lungo periodo nei centri estivi organizzati dalla parrocchia di Soligo, gestendo il laboratorio di cucina per i bambini ed i ragazzi. Inoltre, donava le sue abilità agli ospiti e agli amici della comunità alloggio “Una casa tra le case”, che deliziava con le sue prelibatezze, collaborando altresì con la scuola dell’infanzia, con  il gruppo missionario e con le altre realtà associative del territorio. I volontari e le persone che lo conoscevano lo chiamavano “Nonno Renato”, una definizione che lo rendeva orgoglioso e che ha onorato con passione e signorilità. Capace di vedere la positività in ciascuno, si è fatto amare da tutti coloro che si sono avvicinati a lui e rimane forte il ricordo di una vita spesa e donata per il bene del prossimo.

I familiari, in questo momento di fatica, desiderano ringraziare il dottor Alberto Da Rold per le spiccate qualità professionali ed umane dimostrate nel seguire Renato, che vedeva in lui un punto di riferimento inamovibile. Inoltre, desiderano ringraziare tutto il personale del reparto di Medicina Ovest dell’ospedale di Conegliano che si è prodigato in modo straordinario durante il periodo della degenza. "Anche in questo periodo particolare dove non sono possibili le visite, i medici hanno difatti garantito il calore della vicinanza, con straordinaria gentilezza. Abbiamo sperimentato una sanità efficiente e vicina alle esigenze delle persone" fa sapere la famiglia.

Gramazio lascia nel dolore la moglie Teresa, i figli Renata con Roberto, Matteo con Silvana, oltre agli amati nipoti Beatrice ed Emanuele e al fratello e alle sorelle. I funerali si terranno lunedì alle ore 15 presso la chiesa parrocchiale di Soligo, mentre sabato alle 19.30 verrà recitato il rosario. La famiglia non chiede fiori ed eventuali offerte verranno devolute alla comunità alloggio “Una casa tra le case”.

IMG-20210129-WA0005-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento