rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Villorba

Morto sul lavoro, cava sotto sequestro: Procura apre un'inchiesta

Poco dopo le 17.30 di lunedì 16 gennaio Andrei Perepujniy, 31enne moldavo residente a Susegana, ha perso la vita a Cava Mosole. Al lavoro i tecnici dello Spisal e carabinieri

Tragedia sul lavoro nel pomeriggio di lunedì 16 gennaio: Andrei Perepujniy, operaio di 31 anni moldavo d'origine ma residente a Susegana, ha perso la vita alla Cava Mosole, tra i comuni di Villorba e Spresiano. L'uomo lascia la compagna, impiegata all'Hotel Thai Si (sempre al lago delle Bandie), e una figlia di quattro anni. L'allarme è scattato a fine turno, poco prima delle 18, quando Remo Mosole (titolare della cava) si è accorto che il dipendente mancava all'appello di fine giornata.

andrei

Dalle prime ricostruzioni dell'accaduto il giovane stava lavorando al nastro trasportatore quando è rimasto improvvisamente impigliato nel macchinario, venendo schiacciato da un cumulo di ghiaia. È stata la ditta stessa a chiamare i soccorsi ma per Andrei non c'era già più nulla da fare. Alla Cava Mosole sono intervenuti i tecnici dello Spisal per i rilievi sulla dinamica dell'accaduto. Insieme a loro i carabinieri di Spresiano, vigili del fuoco e il personale del Suem 118. Per la Marca è il primo incidente mortale sul lavoro del 2023. Sulla vicenda la Procura di Treviso aprirà un'inchiesta per stabilire se la morte di Andrei sia stata un tragico incidente, un errore umano o un guasto al nastro trasportatore. L'intera area della Cava Mosole è stata sequestrata dai carabinieri mentre la salma dell'operaio è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria che dovrà dare il nullaosta per la sepoltura. Nel frattempo lo Spisal sta collaborando all'attività dei militari dell'Arma sotto la direzione della locale Procura della Repubblica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto sul lavoro, cava sotto sequestro: Procura apre un'inchiesta

TrevisoToday è in caricamento