Fanfara Alpina in lutto: il maestro Ugo Granzotto è "andato avanti"

Già leader del complesso “Ugo e i Giovani” e membro della sezione ANA di Conegliano, si è spento a 84 anni a causa di una fatale malattia

Ugo Granzotto con la sua tromba

Nella mattinata di sabato si è spento a 84 anni, dopo una fatale malattia, il maestro trombettista Ugo Granzotto. Alpino originario di Susegana, in giovane età era stato leader del complesso “Ugo e i Giovani” e poi membro della sezione ANA di Conegliano, oltre che prima tromba della Fanfara Alpina coneglianese. Tra i primi a ricordarlo il sindaco di Conegliano, Fabio Chies: «Ugo ci ha accompagnato in moltissime cerimonie con professionalità, garbo ed umiltà. Ora ci guarderà da lassù, suonando ancora per tutti noi, grazie Ugo!».

Questo, invece, il ricordo dello scrittore Antonio Menegon: «Se n’è andato un pezzo di storia di Susegana e di storia della musica locale. È morto il maestro Ugo Granzotto, prima tromba della Fanfara Alpina di Conegliano e leggendario leader del complesso “Ugo e i Giovani”. Il 16 giugno scorso aveva fatto suonare, per l’ultima volta, le note de “La Leggenda del Piave” e de “Il Silenzio” alla sua tromba, in memoria dei 10 soldati cecoslovacchi, fucilati a Collalto nel 1918, presso Casa Montone. Ora la tromba di Ugo Granzotto non suonerà mai più. Il maestro è morto a 84 anni, dopo una vita intensa, fatta di lavoro, di sacrificio e di uno straordinario amore per la musica. Ci lascia il ricordo di una persona buona e generosa che ha contribuito a far crescere il valore della comunità in cui è vissuto. Ciao Ugo».

E ancora, questo il messaggio in sua memoria della Scuola di Musica San Daniele di Colfosco: «Ci ha lasciati il nostro amico e pioniere della musica Ugo Granzotto...Grazie per tutto quello che ci hai dato. Grazie per le serate trascorse assieme parlando di musica. Grazie per il tuo modo di suonare, che non mancava mai di stregarci. Grazie per la tua musica che toccava direttamente le corde dell’anima. Grazie per l'entusiasmo che ci ha instillato. Ciao Ugo». Così, poi, l'ANPI di San Vendemiano: «Il circolo culturale ANPI San Vendemiano esprime le più sentite condoglianze ai familiari di Ugo Granzotto che questa mattina è mancato. Sempre presente alle cerimonie con la sua tromba, il suo "Silenzio" regalava sempre una forte emozione. Ci uniamo al dolore che ha colpito la famiglia Granzotto e lo ricordiamo con affetto».

Ugo Granzotto lascia la moglie Carla, il figlio Luca, la nuora Laura e la nipote Sofia, oltre al fratello, la sorella e tantissimi amici. Il funerale sarà celebrato martedì 30 giugno alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Susegana, mentre lunedì alle 19.30 sarà la volta del rosario. Dopo le esequie, l'84enne verrà tumulato nel cimitero del paese e, per l'occasione, la famiglie non chiede fiori ma opere di bene da devolvere al Centro Oncologico di Vittorio Veneto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

106010100_2756694601220807_4834275345518787050_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento