menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(©TM News Infophoto)

(©TM News Infophoto)

Interrogatori Mose: Orsoni sospeso, sarà sentito in aula bunker

Il sindaco di Venezia sarà sentito in aula bunker a Mestre. Renato Chisso, ormai ex assessore regionale, nel carcere di Pisa

VENEZIA — Cominceranno venerdì mattina gli interrogatori di garanzia per i 35 finiti in manette relativamente all’inchiesta della Procura veneziana sul sistema Mose. Tra gli arrestati, il sindaco della città lagunare Giorgio Orsoni, che attualmente si trova ai domiciliari, e l’assessore della Regione Veneto Renato Chisso, che invece è rinchiuso in carcere.

Il primo cittadino di Venezia sarà sentito venerdì nell’aula bunker di Mestre dal Gip Alberto Scaramuzza insieme ad altri quattro indagati nei confronti dei quali sono stati disposti gli arresti domiciliari. Orsoni è stato anche sospeso dalla carica di sindaco. Il provvedimento è stato notificato dalla prefettura al primo cittadino a poco più di 24 ore dal suo arresto con l'accusa di finanziamento illecito ai partiti. Il titolare di Ca' Farsetti, che si trova ai domiciliari, viene dunque sospeso dalla propria carica dal prefetto Domenico Cuttaia, che giovedì mattina ha ricevuto dal procuratore della Repubblica l'ordinanza con cui il gip ha disposto la misura cautelare. In questo caso, infatti, entra in gioco la "legge Severino", che agisce nei confronti degli amministratori locali destinatari di una misura coercitiva.

Per quanto riguarda l’assessore regionale Renato Chisso, invece, l’interrogatorio si svolgerà nel carcere di Pisa, dove attualmente si trova detenuto. Vittorio Giuseppone, invece, magistrato della Corte dei Conti che secondo le accuse avrebbe percepito una “paga” fino a 400 mila euro l’anno per rendere i controlli più “morbidi”, sarà sentito dal Gip di Roma.

INCHIESTA MOSE: ARRESTATI GIORGIO ORSONI E RENATO CHISSO

TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

LA DIFESA DI ORSONI: "ACCUSE POCO CREDIBILI"

IL COMMENTO DI GIOVANNI MANILDO: "SCONCERTATO, COLPO A PATREVE"

IL COMMENTO DI SIMONETTA RUBINATO: "AMMINISTRATORI ONESTI, REAGIAMO"

IL GOVERNATORE ZAIA TOGLIE LE DELEGHE ALL'ASSESSORE RENATO CHISSO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento