Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Pieve di Soligo: A Villa Brandolini dialoghi tra musica, fotografia e laboratori tattili

PIEVE DI SOLIGO Sabato 5 dicembre 2015 (ore 15-19) presso Villa Brandolini d'Adda a Solighetto, sede della mostra sensoriale intitolata "Terre di Prosecco, verso la candidatura a patrimonio UNESCO, si terranno una serie di attività a partecipazione libera a gratuita dedicate a famiglie e bambini. "Dai laboratori musical-tattili al concerto per i giovani si snoderanno nella prima parte del pomeriggio i percorsi emotivi per i più piccoli, legati alla percezione del paesaggio: un modo per rendere bambini e ragazzi consapevoli delle bellezze del territorio in cui risiedono". - spiega il sindaco di Pieve di Soligo, Stefano Soldan -  nella seconda parte del pomeriggio invece attività dedicate ai grandi, con una visita guidata, un piccolo concerto e la presentazione del catalogo sensoriale".  

Si comincerà (ore 15.00) con il laboratorio "i suoni delle immagini", che in base alle sensazioni provate osservando le immagini fotografiche, spingerà i bambini partecipanti al laboratorio a riprodurre i suoni ed i rumori del paesaggio sonoro nelle pagine di un personale diario. A seguire (ore 16.00) si terrà il concerto-scambio tra la Scuola di Musica ''Toti Dal Monte'' di Solighetto e l'Istituto Musicale ''Arturo Benedetti Michelangeli'' di Conegliano. "Questo evento è stato pensato come interazione tra musicisti e pubblico - spiega Anna Carlet, musicista e curatrice dell'evento - I musicisti da una parte spiegheranno brevemente le caratteristiche principali dei pezzi eseguiti e dall'altra il pubblico presente avrà la possibilità di porre domande riguardo i pezzi stessi o  gli strumenti".

A fare da intermezzo tra le due parti del pomeriggio una merenda offerta dalla Latteria Soligo (ore 17.00), a seguito della quale i presenti saranno condotti in visita alla mostra sensoriale alla presenza dei curatori  e del fotografo paesaggista Francesco Galifi, protagonista indiscusso della mostra itinerante che da Conegliano è arrivata a Pieve di Soligo e per poi spostarsi a Valdobbiadene e Vittorio Veneto nel 2016.

A conclusione di pomeriggio e di mostra (ore 18.00) un omaggio alle voci del territorio e alle musiche senza tempo che hanno percorso le nostre terre. Un ottetto di cantori diretto da Laura Fabbro, accompagnati con chitarra, liuto e vihuela a cura di Anna Carlet,faranno da ponte temporale tra passato e presente toccando repertori perlopiù vicini alla spiritualità dei nostri splendidi luoghi in cui si intrecciano indissolubilmente passione, lavoro e preghiera.  A conclusione si terrà un aperitivo a cura del Consorzio tutela Conegliano Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore.

In contemporanea a Villa Brandolini saranno aperte per tutto il pomeriggio le due mostre:  Premio Francesco Fabbri e Prosecco Shire becoming Unesco heritage.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pieve di Soligo: A Villa Brandolini dialoghi tra musica, fotografia e laboratori tattili

TrevisoToday è in caricamento