rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Cronaca Motta di Livenza

Schianto a Pasqua, il piccolo Leo non ce l'ha fatta: una comunità in lutto

Nel pomeriggio dello scorso 9 aprile l'incidente a Motta di Livenza, lungo la Postumia. Il bimbo di due anni, Leonardo Savian Cecchetti, si trovava in auto con il padre, un 38enne. L'auto su cui viaggiavano si è scontrata contro un altro veicolo, guidato da un 29enne di San Donà. La famiglia viveva a Porto Santa Margherita di Caorle. Nei confronti del papà è stato aperto un fascicolo per omicidio stradale

Per oltre un mese ha disperatamente lottato tra la vita e la morte, e con lui i suoi genitori e un'intera comunità che si è stretta intorno a loro. Il suo piccolo cuore si è fermato, lunedì scorso, 8 maggio. Leonardo Savian Cecchetti aveva due anni ed era un bimbo bello, vivace e intelligente: si è spento all'ospedale di Padova dove si trovava ricoverato dallo scorso 9 aprile, il giorno di Pasqua. Nel pomeriggio di quella giornata, caratterizzata dal maltempo, Leo (come tutti lo chiamavano) si trovava a bordo dell'auto guidata dal padre, un 38enne di Caorle. La vettura, una Fiat Punto, percorrendo via Postumia a Motta di Livenza, si è scontrata frontalmente contro un'altra auto, la Renault Scenic guidata da un 29enne di Sandonà. Tra le cause ci sono stati diversi fattori tra cui probabilmente la distrazione improvvisa di uno dei conducenti, la scarsa visibilità dovuta alla pioggia e l'alta velocità. Entrambi gli automobilisti sono rimasti feriti ma non in modo fortunatamente grave. Ad apparire fin da subito drammatiche sono state le condizioni del piccolo Leo che era regolarmente agganciato al seggiolino. Il piccolo, privo di sensi, è stato rianimato sul posto da un medico fuori servizio che, intervenendo con grande tempestività, è riuscito a far ripartire il suo cuore.

Il bimbo è stato trasportato d'urgenza dall'elicottero del Suem 118 all'ospedale di Padova, per essere ricoverato nel reparto di Terapia intensiva pediatrica. Le cure dei medici, le mille attenzioni, le preghiere, la speranza di una possibile ripresa nonostante le gravi lesioni soprattutto a livello spinale. Tutto inutile, spazzato via dalla tragica notizia che in queste ore ha colpito al cuore la piccola comunità di Porto Santa Margherita, località in cui mamma Alis e il papà Marco, vivevano con il loro piccolo, amatissimo da tutti. I rilievi dell'incidente di Motta di Livenza sono stati eseguiti dai carabinieri e le risultanze sono a disposizione della Procura di Treviso che, alla luce della morte del bambino, ha aperto un fascicolo d'inchiesta per omicidio stradale a carico del padre. Il funerale si è svolto in forma strettamente privata ieri, 10 maggio. Quella del piccolo Leo è la 18esima vittima della strada in provincia di Treviso dall'inizio del 2023.

Il luogo dell'incidente di Motta di Livenza

All'amica Alis e al suo compagno vanno le più sentite affettuose condoglianze della redazione di Trevisotoday per questa terribile perdita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto a Pasqua, il piccolo Leo non ce l'ha fatta: una comunità in lutto

TrevisoToday è in caricamento