Sequestrati quadri storici per 50mila euro, commerciante denunciato

I dipinti, olio su tela, erano di proprietà di una vedova 63enne. L'uomo, un 68enne di Motta, era stato incaricato di fare da intermediario per la vendita ma li aveva nascosti. Le opere sono state tutte recuperate dai carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia

Le opere d'arte recuperate dai carabinieri

Una decina di quadri storici, tutti olio su tela, del valore di circa 50mila euro, sono stati ritrovati e sequestrati nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione di Motta di Livenza e dei militari del nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia. Le opere, di proprietà di una vedova 63enne di Montebelluna, erano nascoste all'interno di un magazzino e sono state rese alla donna. Nel corso dell'operazione è stato denunciato per il reato di appropriazione indebita un commerciante di 68 anni a cui la vedova si era rivolto, tempo fa, per fare da mediatore per la vendita dei quadri. L'uomo però, una volta ottenute le tele, le aveva fatte sparire. La 63enne si è quindi rivolta ai carabinieri che si sono adoperati per rintracciare il nascondiglio dei dipinti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento