Cronaca

Fuori regione in zona rossa e senza validi motivi: stangate tre persone

Due bosniaci si sono giustificati dicendo di essersi ritrovati per fare la spesa, mentre un soldato della base di Aviano ha dichiarato di star cercando un negozio militare

Il 31 dicembre alle ore 16.45, a Prata di Pordenone in via Puia, i militari dell’aliquota Radiomobile hanno sorpreso a bordo di un'autovettura due 34enni bosniaci (uno residente in provincia di Treviso) non conviventi e sprovvisti di mascherine protettive. Ad entrambi è stato dunque ontestato il divieto di spostamento tra regioni e l’omesso utilizzo della mascherina (sanzioni di 373,33 + 280 euro se pagate entro 5 giorni). Nell'occasione i due si sono giustificati dicendo di essersi incontrati per passare insieme le festività e fare la spesa.

Il primo dell'anno invece, alle ore 10.30, i carabinieri della stazione di Polcenigo (PN), durante un servizio finalizzato ai controlli nella città di Sacile, hanno sorpreso in via Curiel un 20enne militare della base Usaf di Aviano proveniente da Conegliano che, sprovvisto di autocertificazione e giustificato motivo, ha dichiarato di essere andato a cercare un “military store” senza perrò trovarlo, violando così lo spostamento tra regioni e lo spostamento se non per giustificati motivi (in questo caso il verbale è stato effettuato per complessivi 680 euro se pagati entro 5 giorni) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori regione in zona rossa e senza validi motivi: stangate tre persone

TrevisoToday è in caricamento