rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca Roncade

Banda di ladri in fuga, Audi A6 fuori strada: recuperata refurtiva e attrezzi da scasso

Domenica sera inseguimento dei carabinieri di San Donà di Piave, a cavallo tra le province di Venezia e Treviso. La vettura è uscita dalla carreggiata nella zona di Musile di Piave. Arrestato un cittadino serbo di 41 anni

Si è concluso con l'arresto di un cittadino serbo di 41 anni e il ritrovamento di varia refurtiva l'inseguimento al fulmicotone che ha visto protagonisti, domenica sera scorsa, 23 novembre, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave, e una banda di ladri che viaggiava a bordo di una Audi A6 Avant che era stata segnalata dai carabinieri di Treviso perché sospettata di essere utilizzata per alcuni furti.

Ladri in fuga dai carabinieri

Gli occupanti del veicolo, resisi conto della presenza della pattuglia si sono dati alla fuga, inseguiti dai militari lungo la strada statale Triestina fino a raggiungere il comune di Quarto d’Altino all’altezza dello svincolo della strada provinciale jesolana dove il conducente ha perso il controllo del mezzo finendo fuori carreggiata. Dalla macchina sono scappati a piedi tre uomini uno dei quali è stato raggiunto dai militari che lo hanno bloccato. Si trattava appunto di un 41enne senza fissa dimora, arrestato per resistenza a un pubblico ufficiale e denunciato per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli in concorso e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il "bolide" dei malviventi

La vettura, un "bolide" da oltre 260 cavalli, era stata camuffata attraverso un car wrapping, tecnica che consiste nell’applicazione di una pellicola sulla carrozzeria per modificarne il colore, oltre all'installazione di un dispositivo sonoro supplementare come quello in uso alle forze dell’ordine e di targhe risultate rubate in provincia di Verona. Al suo interno sono stati trovati svariati gioielli in oro, capi d’abbigliamento, canne da pesca, denaro contante e monete in euro, in lire e straniere, confezioni di vino oltre a diversi strumenti da scasso quali dischi da taglio, flessibile, crick, un leverino in acciaio e cacciaviti. Sia l’auto che tutto il materiale rinvenuto è stato messo sotto sequestro. Le indagini sono in corso per risalire ai furti commessi e quindi ai legittimi proprietari della refurtiva. "L’incessante attività di controllo del territorio dell’Arma" si legge in un comunicato dell'Arma "ha il proposito di contrastare e reprimere l’illegalità diffusa a beneficio della sicurezza percepita dai cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di ladri in fuga, Audi A6 fuori strada: recuperata refurtiva e attrezzi da scasso

TrevisoToday è in caricamento