menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Innocente Nardi riconfermato Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

Il Governatore Zaia: "Con Innocente Nardi condividiamo da sempre i medesimi sentimenti di amore e di orgoglio per le 'nostre' colline e una scommessa che entrambi crediamo vincente"

PIEVE DI SOLIGO Nella serata di giovedì, il Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG ha ribadito la fiducia a Innocente Nardi, che dopo l'elezione si conferma Presidente. Innocente Nardi ha alle spalle sei anni di lavoro apprezzato e riconosciuto dai soci nonché dal Consiglio di Amministrazione, che all'unanimità lo ha rieletto.

"In questi sei anni il lavoro di squadra del Consiglio di Amministrazione e dei soci del Consorzio di Tutela ha permesso di raggiungere obiettivi importanti per la Denominazione, creando valore per il territorio e per la Comunità del Conegliano Valdobbiadene. La stessa Candidatura Unesco - afferma Innocente Nardi - concretizzatasi grazie al supporto fondamentale del Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, rappresenta un passo importante nella valorizzazione e tutela del territorio. Ma non solo", prosegue Nardi, "abbiamo perfezionato il nostro Protocollo Viticolo che si conferma uno strumento prezioso e molto avanzato sulla strada della sostenibilità ambientale. Infine" chiude il Presidente, "continueremo a impegnarci nel coinvolgimento sempre più assiduo dei soci, sia per migliorare le attività del Consorzio sia per renderci sempre più protagonisti nel nostro territorio". Anche il Consiglio di amministrazione che lo affiancherà è stato riconfermato quasi interamente: a partire dai vicepresidenti Valerio Fuson, direttore tecnico di Villa Sandi e Giuseppe Collatuzzo, rappresentante della Cantina Sociale di Conegliano e Vittorio Veneto.

Accanto alle cariche di Presidente e vicepresidenti, il Consorzio di Tutela ha rinnovato il proprio consiglio di amministrazione, composto oggi da: Innocente Nardi (La Farra), Cinzia Sommariva (Sommariva - Palazzo Rosso) e Marco Spagnol (Spagnol Soc. Agricola di Spagnol Orazio) in rappresentanza dei viticoltori; Franco Varaschin (Cantina Produttori Valdobbiadene), Paolo Bisol (Ruggeri), Piero De Faveri (Cantina Colli del Soligo), Giuseppe Collatuzzo (Cantina di Conegliano e Vittorio Veneto) e Lodovico Giustiniani (Borgoluce) per i vinificatori; Loris Francesco Vazzoler (Santa Margherita), Valerio Fuson (Villa Sandi), Lauro Pagot (La Marca), Federico Dal Bianco (Masottina), Giorgio Panciera (Carpenè Malvolti), Gabriella Vettoretti (La Tordera) e Francesco Drusian (Drusian), per gli imbottigliatori. Per il collegio sindacale sono stati nominati: Adriano Lorenzon (Presidente Collegio sindacale), Andrea Curtolo (sindaco effettivo), Ivo Nardi (sindaco effettivo).

Con Innocente Nardi condividiamo da sempre i medesimi sentimenti di amore e di orgoglio per le ‘nostre’ colline e una scommessa che entrambi crediamo vincente: quello di far entrare il paesaggio e la viticoltura di Conegliano e Valdobbiadene nella lista esclusiva dei siti Unesco ‘patrimonio dell’umanità’”. Così il presidente del Veneto Luca Zaia si congratula con il produttore riconfermato all’unanimità alla presidenza Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, nonché presidente dell’associazione temporanea di scopo che sta accompagnando la candidatura delle colline del Prosecco al marchio Unesco.

"Sotto la sua guida – sottolinea il presidente del Veneto – il Consorzio di tutela del Prosecco superiore ha dato prova di grande impegno e di risultati fattivi nella qualificazione e promozione di un prodotto che risulta oggi essere il vino più noto al mondo e nella valorizzazione di un territorio di eccellenza che può aspirare a far ingresso nella ristretta cerchia dei mille siti tutelati dal massimo organismo mondiale per la cultura. Ringrazio Innocente Nardi per aver interpretato con rigore e con visione larga e generosa il ruolo del consorzio e per essere un valido alfiere delle capacità produttive, di marketing e di innovazione nella sostenibilità ambientale dei vitivinicoltori di Conegliano e Valdobbiadene”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento