Cronaca Centro

Emergenza smog: a Treviso nasce il primo comitato Aria pulita

Nel capoluogo trevigiano è nato un comitato per tutelare la Marca trevigiana contro i tassi di smog registrati in queste settimane

TREVISO- Non solo Roma, Milano e le grandi città d'Italia e del Mondo. Anche in Veneto e nella Marca trevigiana l'aria è pervasa da una fitta cappa di smog e inquinamento che ha sollevato non poche polemiche tra i tanti cittadini della provincia. Dati allarmanti dicono che già 8 mesi fa Treviso ha oltrepassato per ben 35 volte le soglie di sforamento dei valori inquinanti con cifre ben al di sopra delle percentuali fissate per legge.

Per provare a contrastare questo fenomeno è nato nelle scorse ore il primo comitato trevigiano anti-smog, chiamato: "Aria Pulita". Gli scopi di questa associazione sono in primo luogo quelli di: impegnarsi in attività informative e di sensibilizzazione per la risoluzione di problemi che riguardano le abitudini di mobilità e consumo dei cittadini. Ma sarà molto importante provare a sollecitare l'amministrazione comunale di Treviso, di concerto con quelle limitrofe, a prendere provvedimenti sia nell'immediato che nel lungo periodo.

Tra le molte richieste del comitato si leggono proposte come l'abolizione dei tradizionali roghi del panevin, e l'istituzione di controlli ambientali frequenti e dettagliati sui livelli d'inquinamento in tutta Treviso e provincia. I recenti monitoraggi fatti dall'Arpav nel quartiere di San Pelajo, quartiere più esterno e quindi presumibilmente meno soggetto all'impatto inquinante rispetto alla cintura urbana, hanno fornito risultati preoccupanti: concentrazione di IPA (idrocarburi policiclici aromatici) al 18,2 ng/m3 di cui 3,4 di benzoapirene, quando il limite di legge è fissato a 1 ng/mc. Valori peggiori di quelli rilevati nei quartieri della Taranto dell'Ilva. Inoltre, l'importante resoconto annuale di Legambiente sulla qualità ambientale dei capoluoghi di provincia, pone Treviso al 42° posto in classifica, una posizione che la città veneta mantiene già da diversi anni e che con il possibile aumento dell'attività aeroportuale nel corso dei prossimi mesi, potrebbe solamente cambiare in peggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza smog: a Treviso nasce il primo comitato Aria pulita

TrevisoToday è in caricamento