menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nataliya Garashchuck confermata come presidente di CNA Conegliano

L'elezione è avvenuta mercoledì sera da parte del direttivo. Formazione, rapporto con la PA, alternanza scuola-lavoro: ecco i punti salienti del suo nuovo programma

CONEGLIANO Nataliya Garashchuck, titolare della Lavasecco Mimosa di via Carpenè, è stata confermata presidente della CNA mandamentale di Conegliano. L’elezione è avvenuta mercoledì sera da parte del direttivo, a sua volta rinnovato dall’assemblea congressuale del 19 aprile scorso. «Il cuore del mio mandato sarà la formazione – afferma la presidente Nataliya Garashchuck - Per rimanere sul mercato oggi qualsiasi attività, a cominciare dai centri servizi della CNA, ha bisogno di competenze diversificate e di costante aggiornamento su temi quali il management e la corretta gestione delle risorse, la capacità di penetrazione nei mercati, l’innovazione tecnologica e digitale, la promozione e la commercializzazione di prodotti e servizi. Lavoreremo anche per favorire maggiormente il rapporto tra aziende e pubblica amministrazione e per incrementare il dialogo con il mondo della scuola attivando progetti di alternanza scuola-lavoro con istituti tecnici e licei».

Ad affiancare la Presidente nel consiglio direttivo saranno gli imprenditori: Gilberto Gobbo (Habitus snc), Giampiero Padoin (Illuminotecnica), Nicola Perin (Salone Nicola), Rita Segat (Rita Equipe), Federico Severin (Seve Software Engineering), Mauro Silvestrin (imbianchino), Marina Soave (Scatolificio Ecobox srl), Dino Vendrame (Velox lavanderia industriale). Sono stati eletti revisori dei conti gli autotrasportatori Sergio De Martin e Alvise Dorigo, e Valter Zanette di Novaplast srl.   

«Inizia una stagione nuova per la CNA – dichiara il direttore di CNA Conegliano Sisto Bravo - Sarà una stagione di potenziamento delle strutture tecniche, di ammodernamento degli uffici, di strutturazione professionale e di novità nei servizi. Sarà una stagione caratterizzata dall’apertura alle professioni, alle imprese piccole e medie anche non artigiane che non hanno al momento rappresentanza né istituzionale né sindacale. Chi verrà in CNA troverà un sempre più calibrato connubio tra professionalità tecnica e attenzione ai propri bisogni, un appoggio importante e qualificato per la propria attività e una voce forte che darà voce a chi ha passione per il proprio lavoro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento