Oderzo, neonato muore in sala parto: secondo caso in poche settimane

La tragedia nei giorni scorsi. Decesso per cause naturali, nessun errore di tipo medico. Solo tre settimane fa una mamma di 34 anni era morta dopo il parto del suo secondo figlio

Non c'è pace per il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Oderzo. Dopo la tragica scomparsa, lo scorso 13 marzo, della mamma di Annone Veneto morta dopo il parto del suo secondo figlio, un altro lutto è avvenuto in sala parto.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", nei giorni scorsi a perdere la vita è stato un neonato appena venuto al mondo. Il suo cuore ha smesso di battere pochi minuti dopo essere uscito dal grembo materno. Stando alle prime indiscrezioni si è trattato di una morte per cause naturali, i medici hanno provato in tutti i modi a salvare la vita del piccolo ma il suo destino era ormai segnato. Nessun errore medico avrebbe provocato la morte del neonato. Si è trattato di una morte definita dal personale medico come "inevitabile". La famiglia, comprensibilmente sconvolta dalla vicenda, aveva chiesto all'azienda sanitaria di tenere il massimo riserbo sulla vicenda ma la notizia è venuta alla luce nelle scorse ore quando il segretario dello Spi-Cgil di Treviso l'ha resa nota durante una conferenza sui tagli dei posti letto nella Marca, suscitando le ire dell'Ulss 2 e della famiglia del piccolo. Una tragedia che segna, ancora una volta, in maniera profonda l'ospedale opitergino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento