Neopatentato al volante ubriaco, inseguimento di notte con i carabinieri

Nella notte tra sabato 14 e domenica 15 novembre un ragazzo di 20 anni ha provato a scappare dal posto di blocco notturno dei carabinieri a Castello di Godego: denunciato

Volante dei carabinieri (Foto d'archivio)

Guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale: queste le accuse con cui un ragazzo di 20 anni residente in provincia di Treviso è stato denunciato nella notte tra sabato 14 e domenica 15 novembre a Castello di Godego.

I carabinieri del gruppo radiomobile di Castelfranco Veneto lo hanno fermato mentre il giovane era alla guida della sua auto. Non appena si è accorto del posto di blocco, il 20enne, invece di fermarsi, ha cercato di fuggire dando vita a un breve inseguimento con la volante dei carabinieri. L'auto guidata dal ragazzo è finita fuori strada pochi metri più avanti. Uscito in fretta e furia dall'abitacolo, il fuggitivo ha provato di nuovo a scappare, questa volta a piedi in mezzo ai campi venendo infine bloccato dai militari dell'Arma. Sottoposto all'alcoltest è risultato positivo e con un tasso alcolemico pari quasi a 1.80 gr./l. Oltre alla patente ritirata gli è stata contestata anche la violazione del coprifuoco. A rendere la sanzione ancor più grave il fatto che il neopatentato si sia messo ubriaco alla guida in piena notte, violando il coprifuoco entrato in vigore con l'ultimo Dpcm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento