rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Nervesa della Battaglia

Maltratta i genitori e distrugge il bagno, 55enne in manette

L'uomo, con una disabilità mentale del 100%, percepisce una pensione di invalidità. L'avvocato ha già preannunciato che chiederà la perizia psichiatrica

Ai carabinieri ha raccontato di essere stato vittima di un furto e di aver litigato con gli anziani genitori, prima di andare in bagno e distruggere tutto. I militari lo hanno quindi arrestato con l'accusa di maltrattamenti e danneggiamenti. In suo possesso sono state peraltro trovate delle munizioni e l'uomo si ritrova pure indagato per detenzione abusiva di armi.

Nel pomeriggio di ieri, domenica 28 novembre, un 55enne di Nervesa è finito così con le manette ai polsi. L'uomo si trova ora presso il carcere di S. Bona, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Nelle prossime ore il gip di Treviso ne disporrà l'udienza di convalida e l'interrogatorio di garanzia, in cui sarà assistito dall'avvocato Marco Furlan.

Il 55enne sarebbe un disabile mentale al 100% e risulta come percettore di pensione di invalidità. L'uomo, che sarebbe tornato da qualche anno dalla Germania, dove era stato ospite di un parente e avrebbe lavorato in una gelateria, avrebbe avuto una crisi perché si era convinto di aver subito un furto in casa. Si sarebbe scagliato contro gli anziani genitori, il padre di 85 anni e la madre, un 75enne, prima di dirigersi nel bagno, dove avrebbe sfogato la sua frustrazione accanendosi contro i sanitari, tutti divelti dai muri e distrutti. Sarebbe inoltre stato trovato in possesso di munizioni per arma da fuoco (che non è stata però reperita), beccandosi anche una denuncia per detenzione abusiva di armi. L'avvocato Furlan ha preannunciato che farà fare una perizia psichiatrica.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta i genitori e distrugge il bagno, 55enne in manette

TrevisoToday è in caricamento