Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Rudy Bortoluzzi è il nuovo direttore del Confidi CNA “Canova”

La nomina da parte del Consiglio di Amministrazione è avvenuta mercoledì. Prende il testimone da Walter Barzan, alla guida della cooperativa di garanzia dal 1995

Rudy Bortoluzzi

TREVISO Rudy Bortoluzzi, 41 anni, è il nuovo direttore della cooperativa di garanzia artigiana “Canova”, il confidi della CNA provinciale di Treviso, che conta circa 5 mila soci. Già responsabile di CNA Formazione, prende il testimone da Walter Barzan, ora in pensione, che ha guidato il confidi CNA per 19 anni. «Walter Barzan è stato un ottimo direttore che ha svolto il suo lavoro con competenza e professionalità facendo crescere il confidi della CNA e sostenendo migliaia di imprenditori nell’accesso al credito e nello sviluppo delle loro attività imprenditoriali. A lui va la nostra più sentita gratitudine – afferma Giuliano Rosolen, direttore della CNA provinciale di Treviso - Il nostro migliore augurio e il sostegno va ora a Rudy Bortoluzzi che ha assunto l’incarico prestigioso di direttore della “Canova” in un momento di grande evoluzione anche per il sistema dei confidi. Bortoluzzi è la persona giusta per guidare questa delicatissima fase».

Rudy Bortoluzzi è laureato in Economia e Commercio all’Università di Ca’ Foscari. Prima di approdare in CNA Formazione nel 2009 aveva ricoperto il ruolo di responsabile amministrativo presso importanti realtà industriali e commerciali della provincia di Treviso. «I Confidi sono uno strumento indispensabile per favorire l'accesso al credito delle piccole e medie imprese venete a condizioni favorevoli – dichiara il neodirettore Rudy Bortoluzzi - Per vincere questa sfida occorre un cambio di rotta dalla Regione Veneto che deve tornare a sostenere i fondi dei Confidi, i quali si assumono il rischio di garantire anche le imprese più deboli e sotto capitalizzate, che purtroppo vengono invece spesso respinte dalle banche». Sostenere i Confidi significa aiutare le piccole imprese ad accedere al credito, ossigeno per l’impresa. 

La mutualità, il radicamento territoriale, la prossimità e la conoscenza diretta delle imprese sono elementi distintivi di un sistema privato di sussidiarietà, quello dei Confidi, che non ha eguali al mondo. E rappresenta un’ancora fondamentale per le imprese di minori dimensioni. Infatti, la garanzia che viene rilasciata da queste strutture, sempre dopo una accurata istruttoria, è determinante per consentire l’accesso al credito a tutte quelle imprese di piccole dimensioni dell'artigianato, del commercio e dei servizi, tradizionalmente penalizzate da un rapporto difficoltoso con il sistema bancario. I Confidi, in questi anni di crisi, hanno contribuito ad ammortizzare gli effetti sulle imprese, ma il generale deterioramento del credito si è riflesso in misura pesante sui loro patrimoni, oggi indebolito. Per questo la CNA continua a chiedere interventi per aumentare la dotazione patrimoniale dei Confidi, condizione fondamentale per rilasciare nuove garanzie e sostenere l’accesso al credito di un numero crescente di imprese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rudy Bortoluzzi è il nuovo direttore del Confidi CNA “Canova”

TrevisoToday è in caricamento