rotate-mobile
Cronaca

Non parla l'italiano, aggiornato a lunedì l'interrogatorio allo stalker romeno

Daniel Ionut Neculae, 37 anni, l'uomo arrestato nella mattinata di mercoledì 29 marzo a casa di conoscenti nella prima periferia di Treviso, dovrà ripresentarsi di fronte al gip di Treviso all'inizio della prossima settimana

Non parla l'italiano. E non essendoci il traduttore dal romeno l'interrogatorio di garanzia di Daniel Ionut Neculae, il 37enne arrestato mercoledì scorso in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Treviso Marco Biagetti e di un mandato di arresto europeo delle autorità di Bucarest (in patria deve scontare 8 anni per reati che vanno dal furto aggravato al favoreggiamento della prostituzione fino al sequestro di persona), previsto per oggi 31 marzo, è stato rimandato a lunedì. 

L'uomo, accusato dalla Procura di Treviso di stalking, incendio doloso e danneggiamento, reati che sarebbero stati perpetrati nei confronti di una connazionale 32enne residente a Treviso, ha presenziato nel primo pomeriggio a Venezia, dinanzi alla Corte d'Appello, anche alla convalida dell'arresto chiesto dalla Romania. L'udienza in cui si discuterà dell'estradizione si terrà il prossimo 12 aprile.

«Non sono io l'autore della persecuzione» avrebbe detto al suo legale, l'avvocato Giovanna De Rosa, prima dell'interrogatorio di oggi, cercando di allontanare le responsabilità che gli vengono attribuite. L'uomo, che avrebbe lasciato la casa della compagna a dicembre dell'anno scorso, è stato fermato a casa di due conoscenti, entrambi romeni. Le loro posizioni sono al vaglio della Procura, che potrebbe contestare anche il favoreggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non parla l'italiano, aggiornato a lunedì l'interrogatorio allo stalker romeno

TrevisoToday è in caricamento