rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Ponzano Veneto

Polemiche sul numero di migranti all'ex Badiola: interviene la Prefettura

"La capienza massima dell'ex Badiola è di 23 persone" specifica la Prefettura, intervenuta per ridimensionare le polemiche che parlavano di sovraffollamento insostenibile a Ponzano Veneto

PONZANO VENETO Dopo le polemiche nate nei giorni scorsi in merito a un eccessivo sovraffollamento dell'ex casa di riposo La Badiola, a Ponzano Veneto, la Prefettura di Treviso ha deciso di prendere in mano la situazione ridimensionando le critiche rivolte da tutti coloro che sostenevano come il centro accoglienza di Ponzano fosse ormai troppo sovraffollato.

"La capienza massima dell'ex Badiola è di 23 persone" specifica la Prefettura. E a chi contestava la scarsa capienza delle fognature è arrivata questa risposta: "L'attuale e temporanea presenza di 20 persone nella struttura di cui si discute, è compatibile con il numero di abitanti equivalenti consentito dall'autorizzazione allo scarico". Secondo il piano di distribuzione previsto dal Ministero, nella Marca il numero di richiedenti asilo dovrebbe variare tra le  tra 2665 e le 2886 unità. In tale contesto la quota del Comune di Ponzano Veneto, in base alla popolazione residente, è di 42 unità al massimo. Al momento il Comune ospita 46 persone di cui 10 rifugiati nell'ambito di un progetto SPRAR comunale e 13 cittadini eritrei (proprio all’interno dell’ex Badiola) per i quali sono state avviate le procedure di ricollocamento.

"L’esubero temporaneo di appena 4 unità appare davvero minimo in rapporto alla complessiva situazione provinciale dove si registrano situazioni di esubero per circa 600/700 unità." Ha dichiarato la Prefettura che ha così concluso il suo commento sulla vicenda: "E’ pieno intendimento di questa Prefettura, peraltro, assicurare nel comune di Ponzano Veneto come negli altri che in atto registrano la presenza di richiedenti asilo il rispetto della cosiddetta “clausola di salvaguardia” di cui al Patto prima citato con l’ANCI, cosa che presuppone, d’altra parte, la piena attuazione dell’accoglienza diffusa in tutti comuni della provincia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche sul numero di migranti all'ex Badiola: interviene la Prefettura

TrevisoToday è in caricamento