rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Selvana / Viale Gian Giacomo Felissent

Nuova stagione teatrale de "Gli Alcuni": arrivano 50 spettacoli diversi per i bambini

Tre articolati cartelloni di spettacoli per bimbi e ragazzi dai 3 ai 18 anni, il tutto con 84 repliche dal 15 ottobre al 23 maggio. Sono invece 4 gli spettacoli al debutto nel 2018

TREVISO Con la stagione teatrale 2017/2018, che prende il via domenica 15 ottobre alle 16.30, Alcuni Teatro Sant’Anna raggiunge l’importante traguardo dei 20 anni. E prosegue, con immutata cura nella progettazione del cartellone, la programmazione delle rassegne più conosciute da grandi e piccini nell’ambito territoriale: “Una fetta di teatro”, spettacoli domenicali per famiglie, a cui si affiancano le due rassegne in matinée per le scuole “Spazio al teatro” e “Protagonisti”. Dal 15 ottobre fino al 23 maggio 2018 sono in calendario tre rassegne teatrali che portano in scena ben 50 spettacoli in 84 repliche, che come accade ogni anno potranno essere aumentate nel corso dei mesi per soddisfare tutte le prenotazioni da parte delle scuole.

Sergio Manfio e Francesco Manfio, ideatori del palinsesto del Sant’Anna e sostenitori della valenza pedagogica e sociale del teatro per le giovani generazioni, pongono sempre una grande attenzione alla qualità dell’offerta culturale e ricreativa. Francesco Manfio, Direttore Generale di Gruppo Alcuni, sottolinea come “Aprire e continuare a far funzionare un teatro in Italia è difficile. Farlo da privati è un’impresa al limite dell’impossibile. Dedicarlo solo alle produzioni per i giovani non si può proprio fare. Alcuni Teatro Sant’Anna è quindi una ‘cosa’ che non dovrebbe esserci, e invece esiste da più di 20 anni. È un miracolo sopra Treviso!”

Sergio Manfio, Responsabile creativo de Gli Alcuni e regista degli allestimenti delle compagnie, commenta: “Nel momento in cui Treviso si candida per diventare la ‘Capitale Italiana della Cultura’ non si può non puntare in modo ancora più forte e deciso sulle Nuove Generazioni. Ovviamente non solo promuovendo manifestazioni che si rivolgano ai più giovani, ma anche facendo in modo che la città si attrezzi a far sì che nasca un sistema di relazioni e di cooperazione tra le Istituzioni. Questo sistema renderà possibile, proprio per le generazioni future, la possibilità di considerare la cultura come un'occasione di crescita e di sviluppo del potenziale culturale del nostro Paese e sicuramente anche una prospettiva di lavoro”.

"Che Treviso sarebbe senza gli Alcuni – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – Mi rifaccio a uno spot e un prodotto amatissimo come la Nutella perché la nostra città grazie ai fratelli Manfio da molti anni può contare su una proposta culturale importante che accompagna i nostri bambini nella crescita. Un compleanno davvero speciale che la Città di Treviso celebra insieme ai tanti personaggi nati e ideati proprio nel capoluogo della Marca. Buon compleanno Teatro Sant’Anna!”

Ecco nel dettaglio le tre rassegne, che prendono il via tra ottobre e novembre

1 - “Una fetta di teatro”: 22 appuntamenti domenicali per bambini e famiglie, la domenica pomeriggio, con una serata pensata ad hoc come la Festa di Halloween, martedì 31 ottobre. Scorrendo la presentazione degli spettacoli si può vedere come il programma sia stato studiato per affascinare e avvicinare i più piccoli alla magia del teatro attraverso la proposta di fiabe note e storie senza tempo (Pollicino, Peter Pan, Biancaneve, Alice nel paese delle meraviglie, La bella addormentata, Cappuccetto Rosso, Pinocchio), ma anche di titoli nuovi e avventure inedite (Il Principe Capriccio, Leo Da Vinci, Il Drago Rosso e l’arcobaleno, Punto e Punta). Gli spettacoli proposti utilizzano le più diverse possibilità espressive: dal teatro d’attore alle ombre cinesi, dal teatro con musica, pupazzi e canto dal vivo, all’utilizzo di videoproiezioni.

Attesissime dal pubblico degli affezionati le nuove produzioni teatrali di Gruppo Alcuni: Perché gli alberi perdono le foglie con Fata Corolla e Fata Valeriana; La regina dell’acqua con Polpetta e Caramella; Alla ricerca del cellulare perduto con il Capi e l’Assistente. Si comincia domenica 15 ottobre alle 16,30 con “Il giardino stregato di Maga Cornacchia”, messo in scena da Gli Alcuni con Fata Corolla e Fata Valeriana. Lo spettacolo catapulterà il giovane pubblico in un mondo fantastico dove la creatività sarà un ingrediente indispensabile.

2 - “Spazio al teatro” è un cartellone di 17 spettacoli in 36 repliche, per la scuola dell’infanzia e primaria. Per disegnare il cartellone per le scuole d’infanzia e primarie è stata riservata grande attenzione alla scelta dei titoli dando spazio ai grandi miti e archetipi dell’infanzia, e a personaggi allegorici di fondamentale importanza per la crescita del bambino (Biancaneve, Leonardo Da Vinci, La voce della Sirenetta, Il coniglio Cilindro e la spada nella roccia, Le quattro stagioni).

Fondamentale importanza rivestono anche storie nuove e originali incentrate su temi formativi e senza tempo: la natura (Perché gli alberi perdono le foglie, La regina dell’acqua), l’ecologia (Cuccioli e il bambù blu), l'amore per la musica (I fantasmi dell’opera), la solidarietà e l’integrazione (Il drago rosso e l’arcobaleno, Tutti giù dal muro), il piacere del racconto (Ali – Una strada lastricata di stelle, Il bosco delle fate), l'esplorazione e la fertile curiosità, alla ricerca dell'origine delle cose (Alla ricerca del cellulare perduto, Punto e Punta, Caccia grossa tra i libri, Il Principe Capriccio). La rassegna inizia lunedì 6 novembre con Specchio, servo delle mie brame, portato in scena da Polpetta e Caramella: una nuova, esilarante interpretazione di una delle fiabe più conosciute al mondo, che prevede anche l’intervento in scena dei simpatici Cuccioli.

3 - “Protagonisti”: una rassegna per le scuole secondarie di 1° e 2° grado che prevede 11 spettacoli in 26 repliche per il pubblico di adolescenti, che sappiamo essere sempre esigenti, curiosi e… affamati di stimoli.

Questa rassegna, che giunge alla sua 13.ma edizione, vede in cartellone spettacoli scelti in armonia con i percorsi didattici ministeriali. Gli spettacoli offrono strumenti d'analisi e punti di riflessione nuovi e stimolanti su temi attuali quali il bullismo (I bulli siamo noi, con Anna Manfio e Davide Stefanato, che debutta proprio in occasione della rassegna), l’immigrazione (La festa straniera), la mafia (Impastato. Una vita contro la mafia). Verrà dato ampio spazio anche alla musica, riproponendo lo spettacolo I fantasmi dell’Opera; verranno presi in esame eventi che hanno segnato la storia e le generazioni con La guerra dei piccoli. Per la Giornata della Memoria il compito di sensibilizzare gli animi dei ragazzi verrà affidato alla compagnia Teatro delle Quisquilie con Fuga da Auschwitz. La letteratura troverà espressione con la rappresentazione Decameron 451: Boccaccio e Bradbury a confronto.

Continua il prezioso connubio tra Gli Alcuni e Mater Lingua con tre spettacoli in lingua: Saint Germain des Prés della compagnia France Théâtre, La Barraca de Lorca di España Teatro e Piccadilly della formazione Broadway to English. La rassegna prende il via martedì 24 ottobre con Saint Germain des Prés, spettacolo in lingua francese che racconta la rinascita nel dopoguerra, tra esistenzialismo e jazz, in una Parigi in fermento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova stagione teatrale de "Gli Alcuni": arrivano 50 spettacoli diversi per i bambini

TrevisoToday è in caricamento