menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novità sui presidi: da lunedì blocchi a Vittorio, Portobuffolè e Treviso

Al casello di Vittorio Sud, a Portobuffolè, alla rotonda di San Lazzaro e riprenderà anche a Susegana, al termine della fiera di Santa Lucia

Novità per quanto riguarda i presidi del fine settimana in provincia di Treviso. Resisteranno quelli di Crocetta del Montello e di Resana, dove i manifestanti continueranno con il blocco del traffico per fare volantinaggio. Sospeso, come giàò annunciato pochi giorni fa dal sindaco, anche il bloco a Pinte della Priula per consentire agli automobilisti e ai visitatori l’accesso alla fiera di Santa Luci di Piave.

Da lunedì cambieranno le cose. È pronto un nuovo presidio al casello di Vittorio Veneto sud e venerdì è stato annunciato anche un presidio a Portobuffolè. A preoccupare, però, sono i manifestanti di Treviso sud che hanno annunciato che lunedì si sposteranno alla rotonda di San Lazzaro, punto strategico e di passaggio per moltissimi pendolari che raggiungono il capoluogo trevigiano.

“Chi ha sempre pagato le tasse ha il sacrosanto diritto e il dovere di protestare e di chiedere una revisione dei carichi; chi non le ha mai pagate e spesso per questo motivo è sin qui sopravvissuto, non è credibile se oggi scende in piazza". E' uno dei passaggi più polemici della lettera aperta con la quale il presidente di Unindustria Treviso, Alessandro Vardanega, si è rivolto al cosiddetto 'movimento dei forconi'. Vardanega, pur riconoscendo che "la protesta in corso conferisce ulteriore visibilità al diffuso stato di disagio, dopo oltre 20 trimestri di recessione conclamata", sottolinea però i meriti di chi con l'impegno quotidiano nelle aziende contribuisce ad affrontare e superare i problemi del sistema Italia. "Rappresentare gli imprenditori e attraverso di essi il capitale sociale del lavoro - sottolinea Vardanega - significa sporcarsi le mani ogni giorno per cercare di raggiungere obiettivi praticabili e fruibili. Il nostro 'presidio' dura 365 giorni l'anno".

Nel frattempo venerdì un’automobilista ha raggiunto i manifestanti di Treviso sud donando loro un panettone, una bottiglia di vino e una banconota da 50 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento