rotate-mobile
Cronaca

Catene a bordo: scattatate le prime multe per gli automobilisti trevigiani

Obbligo di catene o pneumatici da neve. A dieci giorni dall'entrata in vigore dell'ordinanza sono scattate le prime sanzioni. Ma niente posti di blocco ai caselli

Continuano a far discutere le disposizioni date dalle società che gestiscono la rete autostradale e stradale. E insieme alle polemiche, a dieci giorni dall'entrata in vigore dell'obbligo di catene o di pneumatici da neve sono arrivate anche le prime sanzioni.

Una decina per il momento, frutto di verifiche a campione effettuate durante la normale attività di controllo lungo le principali arterie della viabilità. Niente posti di blocco ai caselli, dunque, almeno per il momento. Gommisti e centri specializzati continuano a lavorare sodo per organizzari i cambi gomme, mentre i trevigiani lamentano l'eccessiva rapidità con cui è stata emessa l'ordinanza e la difficoltà di programmare la spesa imprevista.

L'ordinanza, entrata in vigore lo scorso 15 novembre e attiva fino al 15 aprile 2012, riguarda specifici tratti autostradali o stradali: la A27 tra Vittorio Veneto Sud e Pian di Vedoia (Belluno); la A28 Prtogruaro-Conegliano; la Statale 51 Alemagna dall'uscita del centro abitato di Vittorio Veneto a Sella Fadalto (Farra d'Alpago); la provinciale 635 del S. Boldo dal km 25+450 al km 44+800. Inoltre il comune di Vittorio Veneto ha disposto, in caso di neve o ghiaccio, l'obbligo di catene o di gomme da neve in tutto il territorio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catene a bordo: scattatate le prime multe per gli automobilisti trevigiani

TrevisoToday è in caricamento