rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca Oderzo

A Oderzo previsto l'arrivo di 220 profughi, ma è stop: il depuratore non può reggere

Bloccato l'arrivo dei migranti alla Caserma Zanusso: le fognature di Piave Servizi non possono sopportare ulteriori allacci. Nel frattempo il sindaco attende notizie dal Prefetto

ODERZO Avrebbero dovuto arrivare nei prossimi giorni alla Caserma Zanusso di Oderzo, ma ora 220 profughi potrebbero dover essere ricollocati altrove. Piave Servizi infatti, azienda che gestisce le fognature comunali, ha dato risposta negativa sul nuovo allaccio al depuratore di Spinè, già al massimo carico. Impossibile passare da 280 rifornimenti a ben 500, il sistema non reggerebbe in alcun modo. Insomma, per motivi igienici e di salute questa strada non sembra percorribile e ora bisogna quindi valutare le alternative. Nel frattempo però il sindaco Maria Scardellato, come riporta "il Gazzettino", attende di sapere dal Prefetto Laura Lega l'esatto numero di migranti che dovrebbero arrivare in città, una questione primaria per tutta l'Amministrazione.

LA REPLICA DELLA PREFETTURA "In relazione alle notizie diffuse dagli organi d’informazione -si legge in una nota- in ordine a possibili forme di inserimento nel mondo del lavoro di richiedenti asilo presenti ad Oderzo si informa che il Prefetto di Treviso ha già disposto il 25 luglio u.s. immediate verifiche per fare prontamente luce sui fatti segnalati. Al fine di garantire con fermezza e severità la massima trasparenza di tutte le procedure ed il rispetto della normativa vigente, il Prefetto ha tenuto oggi un apposito incontro con l’Ispettorato del Lavoro che ha investito della questione. Al termine delle indagini in corso e sulla scorta di quanto emergerà, sarà valutata ogni eventuale responsabilità per la conseguente adozione dei provvedimenti del caso. Prima di conoscere gli esiti di tali verifiche risulta ovviamente necessario evitare ogni forma di strumentalizzazione che possa turbare la sicurezza del territorio ed il sereno svolgimento della vita civile e garantire un’informazione corretta nei riguardi di tutti i soggetti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Oderzo previsto l'arrivo di 220 profughi, ma è stop: il depuratore non può reggere

TrevisoToday è in caricamento