menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesca Schirinzi

Francesca Schirinzi

Ospedale di Oderzo, 34enne muore quattro ore dopo il parto

Due minuti dopo aver dato alla luce il suo secondo figlio, Francesca Schirinzi, residente ad Annone Veneto ma originaria del Salento, è stata colpita da un arresto cardiaco. Purtroppo inutili i tentativi dei medici di salvare la vita alla donna

Tragedia nella notte all'ospedale di Oderzo. Alle ore 01,41 di questa notte una donna di 34 anni, Francesca Schirinzi, residente ad Annone Veneto ma originaria di Castrignano del Capo (Lecce), con gravidanza a termine, ha partorito, con parto spontaneo senza complicanze, un bambino in buone condizioni. Si trattava del secondo figlio, la primogenita è una bimba di 4 anni. Due minuti dopo il parto spontaneo e fisiologico vi è stata un‘improvvisa comparsa di arresto cardiaco della paziente. Attivate immediatamente le manovre rianimatorie con il supporto dell’anestesista/rianimatore, si otteneva una ripresa dell’attività cardio/circolatoria. Eseguiti gli opportuni accertamenti, la paziente è stata portata in sala operatoria per la ricerca e l’eventuale controllo delle cause di un sanguinamento vaginale. Durante questa fase, alle ore  05, compariva un secondo arresto cardiaco. Venivano pertanto eseguite le manovre rianimatorie, mentre contestualmente compariva ulteriore sanguinamento da più sedi che si continuava a trattare con terapia trasfusionale.

Alle 05,55, nonostante tutte le terapie messe in atto, in seguito alla comparsa di un terzo arresto cardiaco, e dopo circa un’ora di manovre rianimatorie, si constatava il decesso della paziente. «In questo momento difficile siamo vicini alla famiglia e all’équipe sanitaria -ha commentato il direttore generale, Francesco Benazzi- Nel caso la famiglia lo ritenga opportuno siamo a disposizione per fornire supporto psicologico». In Italia la mortalità materna ha una incidenza di 8-9 morti ogni 100mila parti. La maggioranza dei decessi, il 68%, avviene in occasione del parto e il 19% durante la gravidanza.

"La ragazza -riporta il sito teleclubitalia.it- dopo gli studi in un istituto professionale, si era formata come estetista e si era sposata cinque anni fa, prima di lasciare il Salento per il nord Italia. Una tragedia inattesa, che ha sconvolto la comunità di origine della 34enne, figlia del calzolaio del paese, molto noto. “Non si può morire così, in sala parto, al giorno d’oggi“, commenta il sindaco di Castrignano del Capo, Santo Papa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento