rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca Centro / Piazza Borsa

Il PCI scende in piazza per non dimenticare il massacro di Odessa

A 3 anni dalla strage in Ucraina il Partito Comunista Italiano di Treviso ricorda, con un gazebo in piazza Borsa, quel drammatico evento

TREVISO Centinaia di squadristi attaccarono e incendiarono la casa dei sindacati ad Odessa, in Ucraina. All’interno, decine e decine d persone morirono bruciate tra le fiamme. Chi tentò di scappare venne assassinato a colpi di spranga. Finito l’incendio gli squadristi entrarono e  uccisero i superstiti. Tutto ciò accadde 3 anni fa, il 2 maggio 2014, ad Odessa, in Ucraina. Il Partito Comunista Italiano di Treviso, ricorda oggi, con un gazebo in piazza Borsa, quel drammatico evento: "L’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America furono tra i principali sponsor di quei battaglioni nazisti che provocarono quel massacro. - si legge nella nota del PCI - Ora che il 25 aprile è appena passato e con esso tutte le sue celebrazioni, alle volte puri e semplici riti svuotati di contenuto, vogliamo far riflettere la cittadinanza di Treviso sul fatto che i paesi della NATO che si definiscono democratici non hanno alcun problema nel sostenere e appoggiare, nel nome della democrazia, battaglioni dichiaratamente neonazisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il PCI scende in piazza per non dimenticare il massacro di Odessa

TrevisoToday è in caricamento