menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa la notte di Capodanno con omicidio: muore un 47enne

La tragedia all'esterno di un locale. L'ipotesi è quella di una zuffa finita male. La vittima risulterebbe risiedere nella Marca

TREVISO Ucciso di botte la notte di Capodanno all’esterno del locale. Risulterebbe da un timbro sul permesso di soggiorno risiedere a Treviso la vittima di un omicidio avvenuto in provincia di Empoli durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno. Si tratterebbe di un uomo di 47 anni, Noureddine Marzouki, trovato in un lago di sangue insieme a un connazionale di 35 anni che attualmente si trova ricoverato in ospedale in grave condizioni a causa di un trauma cranico.

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dai carabinieri del luogo e riportate dai quotidiani locali, il ritrovamento sarebbe avvenuto intorno alle 4 del mattino in via della Repubblica, nel comune di Cerreto Guidi, nell’Empolese. Le prime verifiche hanno fatto ipotizzare che all’origine dell’omicidio possa esserci una rissa finita male. La vittima e il ferito potrebbero essere state coinvolte in una zuffa tra una ventina di persone all’esterno di un club nel corso della festa di Capodanno. Alcune testimonianze confermerebbero qualche momento di tensione durante la festa, ma gli elementi sarebbero ancora troppo pochi per comprendere l’esatta dinamica dei fatti.

Un ulteriore dettaglio che potrebbe rivelarsi prezioso per gli investigatori sarebbe una terza persona soccorsa poco distante che presentava ferite da taglio e che è stata medicata al pronto soccorso. I carabinieri hanno dato il via alle indagini per tentare di dare un senso a quanto accaduto, quindi di rintracciare il colpevole o i colpevoli dell’omicidio.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento