menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Miane, il gip ha deciso: Liliana Ordinanza deve rimanere in carcere

La 27enne coneglianese, accusata di aver ucciso a coltellate il 42enne marocchino Medhi Chairi, ha confessato il delitto sostenendo di aver agito dopo essere stata violentata

MIANE Liliana Ordinanza rimane rinchiusa nel carcere veneziano della Giudecca. Il gip Silvio Maras ha infatti emesso l'ordinanza di custodia di custodia cautelare nei confronti della 27enne coneglianese reoconfessa dell'omicidio di Medhi Chairi, l'operaio marocchino di 42 anni ucciso a coltellate nella sua casa di via Roma a Miane.

Il legale della donna, l'avvocato Luca Dorella, al termine dell'interrogatorio di convalida del fermo aveva presentato al giudice la richiesta che la sua assistita fosse messa agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. I gravi indizi di colpevolezza, uniti al pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e del comportamento tenuto dall'indagata (inizialmente ha infatti accusato una terza persona del delitto), hanno spinto il gip a decidere di tenere la 27enne dietro le sbarre.

Gli inquirenti intanto sono ancora in attesa degli esiti degli esami ginecologici e fisici a cui è stata sottoposta Liliana Ordinanza: la giovane, rilasciando dichiarazioni spontanee nel corso dell'interrogatorio di convalida del fermo, aveva affermato di essere stata violentata da Medhi Chairi e di averlo ucciso proprio per questo. Dichiarazioni che per il momento non hanno trovato riscontro.

Accusata di omicidio volontario e di furto per essere fuggita dal luogo del delitto con l'Alfa 147 nera della vittima, ritrovata il giorno successivo parcheggiata nei pressi della stazione ferroviaria di Conegliano, Liliana Ordinanza ha colpito a morte l'operaio con un coltello da cucina: sei i fendenti più profondi, due dei quali potenzialmente mortali che hanno perforato un polmone e l'intestino di Chairi, per un totale di circa una ventina di ferite riscontrate dal medico legale sul corpo della vittima.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento