Cronaca

Omicidio stradale: vigilessa entra nel pool creato dalla Procura

Chiara Davanzo che andrà a ricoprire un importante ruolo di collegamento e collaborazione tra la magistratura trevigiana e il Comando di via Castello D’Amore

TREVISO A seguito dell’incontro di studio avvenuto all’Auditorium della Provincia di Treviso il 21 Aprile ed in conseguenza alla creazione del team di lavoro sul tema critico dell’omicidio stradale, come recentemente modificato dalla normativa nazionale, ieri mattina in Tribunale di Treviso, è avvenuto il passaggio di consegne dell’Agente Polizia Locale Chiara Davanzo che andrà a ricoprire un importante ruolo di collegamento e collaborazione tra la Procura e il Comando di via Castello D’Amore.

Quest’azione va a consolidare il rapporto già esistente tra le due istituzioni con lo scopo di creare sinergia operativa all’interno della materia dell’omicidio stradale, dall’iniziale e delicata fase di accertamento e rilievo del sinistro all’analisi successiva degli elementi dello stesso in sede di indagini in Procura eliminando di fatto, possibili errori, in attesa delle linee guida da parte della Procura generale.

Rientra all’interno di questa collaborazione tra le due istituzioni anche la gestione del nuovo portale della comunicazione delle notizie di reato che vede la Polizia Locale di Treviso quale Comando pilota, all’interno del progetto di informatizzazione delle procedure giudiziarie. Nei prossimi mesi infatti, sulla base dell’esperienza trevigiana (avviata da inizio anno) anche le altre Polizie Locali della Provincia di Treviso, verranno coinvolte nell’attivazione di tale innovativo servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio stradale: vigilessa entra nel pool creato dalla Procura

TrevisoToday è in caricamento