rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Borgo Mestre / Via Ghirada

Omicidio di via Ghirada, Roberto Magri era malato

Roberto Magri, ucciso a coltellate dal figlio Bruno nella loro abitazione di via Ghirada a Treviso, era gravemente malato. Lo rivela l'esame autoptico effettuato sul cadavere del manager

Roberto Magri era affetto da un tumore alla testa. Una grave malattia che potrebbe aver influito sul suo comportamento.

A rivelarlo - secondo quanto riportato da La Tribuna di Trevisol'esame autoptico condotto dal professor Massimo Montisci, incaricato dalla Procura di fare chiarezza sulla morte del manager di 55 anni ucciso a coltellate dal figlio Bruno lo scorso 17 gennaio nella loro abitazione di via Ghirada.

Si tratta di un elemento importante per ricostruire il quadro in cui è maturato il delitto. Da subito è emerso che i rapporti tra padre e figlio erano molto tesi, a causa del carattere difficile del 55enne, che tendeva a provocare il figlio. Come avvenuto quel terribile giorno.

Fino ad oggi il comportamento di Roberto Magri era stato ricondotto alla depressione di cui soffriva, ma il nuovo elemento getta una nuova luce sulla vicenza.

La malattia avrebbe colpito il manager oltre un anno prima e, a quanto pare, né la moglie né il figlio ne erano al corrente.

Dall'autopsia emerge poi un altro particolare rilevante. Il corpo di Roberto Magri riporta 26 ferite: dieci da arma da taglio, 16 provocate da un oggetto contundente e varie fratture, compatibili sia con la caduta dalle scale che con colpi da calci e pugni. Il figlio, invece, non ha riportato alcuna ferita né contusione.

Questo aspetto solleva nuovi dubbi sul fatto che tra padre e figlio ci sia stata la colluttazione di cui, invece, ha parlato Bruno. Secondo la deposizione dello studente, il padre avrebbe impugnato per primo un coltello da cucina, ferendo il figlio alla mano. Da lì sarebbe scoppiato lo scontro tra i due, che li avrebbe portati a cadere lungo le scale. Ma Bruno non ha riportato ferite o traumi compatibili con una caduta.

Padre e figlio, dunque, non sarebbero ruzzolati insieme giù dalle scale: Roberto potrebbe essere scivolato, ma potrebbe anche essere stato spinto. Dettaglio che cambia il peso delle responsabilità di Bruno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di via Ghirada, Roberto Magri era malato

TrevisoToday è in caricamento