rotate-mobile
Cronaca

Orario cadenzato, dopo due giorni arrivano i primi aggiustamenti

Dopo il caos di lunedì in quasi tutta la regione, si corre ai ripari. Le corse sovraffollate verranno rimpinguate, non appena arriveranno i convogli necessari

Sono bastati due giorni per scoprire che l'orario cadenzato, così come è stato studiato, non funziona come ci si aspettava. E la Regione Veneto corre ai ripari.

Al di là dei guasti che lunedì hanno quasi paralizzato il trasporto ferroviario della regione, per stessa ammissione dell'assessore alle politiche della mobilità, ci sono dei problemi che riguardano il nuovo sistema e servono dei rimedi.

“Trenitalia ci ha comunicato alcuni inconvenienti riscontrati dal personale di bordo – spiega Chisso – inconvenienti che riguardano il cadenzamento in quanto tale, che sono cosa diversa dai guasti e dai ritardi a causa del freddo. Le prime segnalazioni riguardano casi di sovraffollamento imprevisti, per i quali in alcuni casi si tratterà di attendere l’entrata in servizio del nuovo materiale rotabile in arrivo”.

Sotto la lente d'ingrandimento sono finiti i treni 5830 in partenza da Treviso alle 8.09 con arrivo a Padova alle 9.14; il 5829 da Padova alle 7.17 con arrivo a Treviso alle 8.20; il 20455 Legnago - Padova. Tutti servizi che, come denunciato lunedì dai pendolari, vengono attualmente effettuati con Minuetto. Il problema, spiega Chisso, sarà risolto con l’immissione in servizio di altri tre Stadler, ma non prima di gennaio.

Altri problemi riguardano i treni 5454 Schio - Vicenza, che già da martedì ha visto il raddoppiamento del servizio, il 20809 Brescia - Venezia, ad oggi effettuato ma sorvegliato speciale di Trenitalia per valutare un eventuale cambio del materiale rotabile. C'è poi il treno 5923 con partenza da Bassano alle 7.40 e arrivo a Padova alle 8.44, sotto osservazione dal momento che probabilmente viene utilizzato anche dagli utenti del soppresso 5709.

Il servizio ferroviario è, e deve essere, un sorvegliato speciale, soprattutto in questa fase di avvio del nuovo sistema, che deve essere migliorativo del precedente - sottolinea Chisso - Oggi,secondo giorno feriale del cadenzamento, le cose sembrano andare meglio di ieri, ma stiamo in campana. Ribadisco che i ritardi, invece, semplicemente non dovrebbero esserci”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orario cadenzato, dopo due giorni arrivano i primi aggiustamenti

TrevisoToday è in caricamento