Cronaca

Ordigno bellico gli esplode in mano: pensionato perde due dita

Grave incidente domestico nel pomeriggio di martedì 20 luglio a Possagno. Un uomo di 65 anni ha perso due dita della mano sinistra mentre stava maneggiando un vecchio reperto bellico. Indagano i carabinieri di Pieve del Grappa

Ordigno bellico

Poco dopo le ore 17 di martedì 20 luglio Marino Finato, un pensionato di 65 anni che si trovava in un capanno nelle vicinanze della sua abitazione a Possagno, ha perso due dita della mano sinistra mentre stava maneggiando un vecchio ordigno bellico, probabilmente un proiettile d'artiglieria. Nonostante la ferita l'uomo è sempre rimasto cosciente ed è stato trasportato in ospedale a Montebelluna salvo poi essere ricoverato a Padova. Sul luogo dell'incidente, oltre al personale del Suem 118, sono intervenuti anche i carabinieri di Pieve del Grappa per le verifiche del caso. Sembra che l'ordigno esploso risalga alla Prima Guerra Mondiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno bellico gli esplode in mano: pensionato perde due dita

TrevisoToday è in caricamento