Montebelluna: in arrivo otto nuove videocamere per rendere più sicura la città

Le nuove videocamere saranno collocate in otto punti strategici, necessari a coprire tutti gli assi viari del Put. In questo modo aumenterà il controllo sul traffico e sulla criminalità

MONTEBELLUNA- Aumenta la sicurezza a Montebelluna. Con un investimento di circa 45mila euro, l'amministrazione comunale ha approvato nelle scorse ore il potenziamento della rete di videosorveglianza. L'annuncio ufficiale è stato dato dal sindaco, Marzio Favero, dopo la decisione di rinegoziare i mutui, liberando delle risorse disponibili a breve termine e facendole confluire sul bilancio dedicato alla sicurezza. L'intervento sarà duplice e riguarderà sia la manutenzione di alcune apparecchiature guaste o malfunzionanti, sia l'introduzione di nuove videocamere di sorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le nuove apparecchiature si aggiungono alle 45 telecamere già presenti nel territorio montebellunesi, 22 delle quali brandeggiabili cioè orientabili a seconda delle necessità. "Questi nuovi strumenti - spiega il Comandante della Polizia Locale, Stefano Milani – saranno utili anche per le indagini di polizia giudiziaria in quanto la videosorveglianza ha già dato buoni risultati in tal senso. Il posizionamento delle nuove telecamere tiene conto anche delle indicazioni dei Carabinieri e quindi si è scelto di intensificare il controllo sulle strade principali che collegano e attraversano gli anelli viari del centro città. Lungo la direttrice nord-sud le telecamere sono posizionate in modo da sorvegliare via Montello e viale Bertolini; lungo la direttrice sud-nord via Bergamo e via Roma; lungo l'asse est-ovest via Piave e via XXX Aprile e lungo l'asse ovest-est via XXX Aprile, via Dei Martini e via Sansovino. La scelta di estendere la rete di videosorveglianza in queste aree non è casuale, se si pensa che la gran parte dei veicoli che transitano su Montebelluna percorrerà una o più delle strade videosorvegliate e che con l'introduzione dell’anello la fluidità del traffico è aumentata, rendendo gli spostamenti veicolari più rapidi e snelli". Il primo cittadino, Marco Favero, si è detto molto soddisfatto per questa nuova iniziativa del suo comune e ha voluto rilasciare una breve dichiarazione alla stampa: "Questa istanza della Polizia locale, riguarda senz'altro il controllo della viabilità, della tutela del patrimonio, ma anche il controllo della sicurezza pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento