Overdose fatale, il sorriso di Chiara si spegne a soli 18 anni

Chiara Friggeri, residente a Monfumo, è morta venerdì 12 giugno in ospedale a Castelfranco Veneto dov'era ricoverata da domenica 7 giugno. Amici e familiari sotto choc

Chiara Friggeri

Si è conclusa nel più tragico dei modi la vicenda della 18enne Chiara Friggeri, ricoverata in ospedale da domenica 7 giugno per un malore causato da un mix sospetto di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giovane è mancata all'affetto dei suoi cari questa mattina, venerdì 12 giugno, al San Giacomo di Castelfranco Veneto. Verso le 11.30 i medici che seguivano ormai da diversi giorni le sue condizioni di salute non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Una notizia che ha lasciato senza parole l'intera comunità di Monfumo. Le condizioni della giovane non erano mai migliorate dopo il malore che l'aveva portata al ricovero in ospedale. Chi la conosceva, però, ha sperato fino all'ultimo che la 18enne potesse riprendersi. Così non è stato. Nei giorni scorsi il sostituto procuratore Giulio Caprarola ha aperto un fascicolo d'inchiesta sul caso. Ora l'attenzione degli inquirenti si starebbe concentrando su uno spacciatore della zona, sospettato di aver venduto gli stupefacenti alla ragazza e all'amico che aveva dato per primo l'allarme dopo il malore della 18enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento