Pace fatta trai i veneti e Toscani: un brindisi in nome del Prosecco

L'inaugurazione del Casone Ugolino a Castagneto Carducci (Li) scenario del brindisi con il Prosecco della famiglia Masiero e OT di Toscani

Da sn. il Conte Gaddo Della Gherardesca, Franco Malenotti, l'assessore di Casale sul Sile Lorenzo Biotti e Oliviero Toscani

CASALE SUL SILE Ci voleva un evento straordinario per celebrare la pace tra Oliviero Toscani e i Veneti. La guerra era scoppiata a seguito di una dichiarazione di Oliviero a Toscani, che durante la trasmissione radiofonica "la Zanzara", aveva definito il popolo veneto degli "ubriaconi". I Veneti avevano reagito con proteste, che avevano invaso la rete ed addirittura con denunce penali. I successivi tentativi di pace non avevano avuto esito e la polemica era continuata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica, nella meravigliosa cornice del Casone Ugolino, la Wine Farm di Bolgheri e della Costa Toscana, si è tenuto l'evento "TWINE", una degustazione di vini di Bolgheri e della Costa Toscana organizzata dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana in collaborazione con la Delegazione di Livorno, cui hanno partecipato 49 i produttori per un totale di 186 etichette tra cui Sassicaia, Ornellaia, Guado al Tasso e quelli prodotti da  Oliviero Toscani, che nella sua tenuta di Casale Marittimo, in provincia di Pisa, fa vini di grande personalità come "OT". Quale migliore occasione per una delegazione di veneti per scendere in Toscana, munita del migliore Prosecco DOCG medaglia d'oro prodotto dalla famiglia Masiero di Farra di Soligo, per celebrare definitivamente la pace con Toscani con un brindisi gigante a base di Prosecco e di rosso  della Toscana.  Hanno partecipato alla " cerimonia" oltre che a Oliviero Toscani, Gaddo della Gherardesca, della millenaria famiglia e Franco Malenotti, imprenditore di origini toscane, che ha la sua attività in Veneto e che si è prodigato per questa operazione di pace. Il miglior rappresentante dei veneti non poteva essere che l'assessore alla cultura e vicesindaco, guarda caso, di Casale sul Sile Lorenzo Biotti accompagnato da una folta delegazione di "intenditori" di vino veneti, tra cui il designer Luciano Bartoncini, uno dei migliori esperti di vini bianchi trevigiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Rapporto sessuale troppo focoso, 30enne si frattura il pene

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento