rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca Oderzo

Pediatria e 'ndrangheta, parla la titolare della ditta fermata: «Non abbiamo nulla da nascondere»

L'amministratrice unica della Sidem Costruzioni di San Martino di Lupari, Giuseppina De Luca: «Non posso permettere che la nostra reputazione venga rovinata così». Ora il ricorso al Tar. Nella Marca realizzata a Pederobba una casa di riposo e l'IperTosano

«Le parentele non si possono scegliere»: Giuseppina De Luca, rappresentante legale della Sidem Costruzioni Srl, ditta con sede a San Martino di Lupari che stava lavorando in subappalto alla nuova Pediatria dell'ospedale di Padova e che è stata destinataria di un provvedimento interdittivo antimafia in quanto accusata di essere "contigua al clan Grande Aracri di Cutro, una delle più potenti consorterie criminali della ‘ndrangheta", stenta a credere a quanto accaduto.

Parla la Sidem Costruzioni

Parla di "parentele" perché tutto ruota intorno a quello: Michele, padre di Giuseppina De Luca e dipendente proprio della Sidem Costruzioni, è infatti cugino di Nicolino Grande Aracri, il quale viene indicato come il boss della cosca di Cutro (Crotone). «Non possiamo farci niente se siamo parenti - afferma Giuseppina De Luca - ma non permetto che la nostra reputazione venga rovinata solo per questo motivo. Abbiamo sempre lavorato onestamente e non abbiamo nulla da nascondere: per questo abbiamo deciso di ricorrere immediatamente al Tar. Come mi sento? Sono senza parole e arrabbiata: siamo stati avvisati lunedì pomeriggio via posta elettronica certificata quando invece avrebbero potuto convocarci così da poter rispondere a ogni domanda e far loro capire che siamo un'impresa a conduzione familiare che non ha mai avuto problemi con nessuno. Abbiamo anche già lavorato con enti pubblici (per la realizzazione di una casa di riposo a Pederobba, nel Trevigiano, ndr)». E non solo: basta dare un rapido sguardo al sito Web della Sidem Costruzioni - nata nel 2018 - per vedere che sempre a Pederobba ha costruito il supermercato IperTosano, ma che anche nel Padovano è molto attiva, soprattutto nella realizzazione di edifici residenziali. La ditta di San Martino di Lupari, che può contare su 18 operai, ha fatturato 2,3 milioni di euro nel 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pediatria e 'ndrangheta, parla la titolare della ditta fermata: «Non abbiamo nulla da nascondere»

TrevisoToday è in caricamento