menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padre separato non vede i figli, semina il panico al Ca' Foncello

Un ingegnere trevigiano, domenica, è entrato in ospedale armato di taglierino, minacciando di morte i presenti. Bloccato dalla polizia ha spoegato di essere disperato per non aver avuto l'affidamento dei figli

"Ammazzo tutti: faccio una strage". Panico domenica pomeriggio al pronto soccorso del Ca' Foncello per le minacce di un ingegnere 45enne di Preganziol.

Poco dopo l'ora di pranzo l'uomo è entrato nella sala d'attesa del pronto soccorso, armato di taglierino, urlando che avrebbe ucciso tutti.

Immediata la chiamata al 113 da parte di una segretaria dell'ospedale e un  facchino di 45 anni.

Di fronte agli agenti l'ingegnere ha minacciato anche loro, invitandoli a fare fuoco. Per i poliziotti, tuttavia, non è stato difficile far ragionare l'uomo e disarmerlo.

Condotto in Questura, il 45enne ha spiegato di essere disperato perché si sta separando dalla moglie e i figli sono stati affidati a lei.

Chiamata dagli inquirenti, la donna ha confermato quanto raccontato dal marito, dimostrandosi stupita dell'accaduto, in quanto l'uomo non aveva mai dato segni di squilibrio.

Il professionista è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio, minacce a pubblico ufficiale e minacce aggravate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento