rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca San Giuseppe / Via Castellana

Blitz al campo nomadi della Guardia di Finanza: sequestrate 15 auto e conti correnti

Sequestrati e confiscati beni per oltre 100mila euro. Nel mirino il clan capeggiato da Adriano Hudorovic, detto "Stanko", già arrestato a dicembre dalla squadra mobile

PAESE Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Treviso ha posto sotto sequestro e confiscato, la scorsa settimana, una quindicina di auto, per un valore di circa 80mila euro e conti correnti per oltre 16mila euro al clan nomade degli Hudorovic, storica famiglia di via Castellana a Paese. Il pm Mara Giovanna De Dona' aveva anche richiesto al giudice, senza successo, che fossero posti i sigilli anche all'abitazione abusiva in cui vive il clan e al terreno in cui sorge il campo. A finire nel mirino sono stati i beni accumulati illecitamente grazie soprattutto a truffe in serie, una delle quali venne documentata in un servizio televisivo andato in onda nel corso della trasmissione televisiva “Le Iene” di Italia Uno.

Nei confronti degli Hudorovic ed in particolare del capoclan Adriano, detto “Stanko” (arrestato nel dicembre scorso dalla squadra mobile), è stato applicato il decreto legislativo del settembre 2011 che permette di sequestrare e rimettere a disposizione delle Stato beni accumulati illecitamente da persone dedite al crimine. È una particolare normativa antimafia che si può estendere anche ai soggetti che, nonostante non abbiano nulla a che fare con associazioni di stampo mafioso, si siano arricchiti con l’attività illecita. Lo stesso provvedimento colpì alcuni mesi fa, nel dicembre del 2015, anche un'altra storica famiglia nomade trevigiana, il clan Baricevic di Santa Bona, sempre specialisti in truffe nella compravendita di auto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz al campo nomadi della Guardia di Finanza: sequestrate 15 auto e conti correnti

TrevisoToday è in caricamento