rotate-mobile

Duplice omicidio a Paese, assassino resta in silenzio davanti al Gip

Massimo Pestrin, 51enne reo confesso dell'omicidio del fratello Lino e della cognata Rosanna a Paese, si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio con il giudice Carlo Colombo

«L'interrogatorio di oggi è durato poco, lo stretto necessario. Massimo Pestrin si è avvalso della facoltà di non rispondere». Queste le parole di Annalisa Zanin, l'avvocato difensore dell 51enne che ha ucciso a colpi di pistola (17 i colpi sparati) il fratello Lino Pestrin e la cognata Rosanna Trento. Venerdì mattina, 5 maggio, l'appuntamento con il Gip di Treviso, Carlo Colombo, per sostenere l'udienza di convalida e l'interrogatorio di garanzia durante il quale però il 51enne è rimasto in silenzio.

«Il mio assistito è ancora molto turbato - ha detto l'avvocato Zanin all'uscita dal carcere -, poco a poco sta prendendo coscienza di quanto ha fatto ma è una persona di poche parole quindi non abbiamo parlato. Ora, finito l'interrogatorio, valuterò se chiedere o meno la perizia psichiatrica. Sono ancora molti gli elementi da chiarire, dal rapporto con i familiari uccisi a quello con la ex moglie».

Video popolari

Duplice omicidio a Paese, assassino resta in silenzio davanti al Gip

TrevisoToday è in caricamento