menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padernello, inaugurata la nuova sede del distretto socio sanitario

Il taglio del nastro con il governatore zaia. La ristrutturazione dell’immobile è stata portata a termine grazie alla collaborazione tra Azienda sanitaria e Comune di Paese con un investimento di 750mila euro

PAESE Una struttura sanitaria completamente rinnovata per un bacino di 60.000 cittadini. E’ stata inaugurata oggi dal presidente della Regione Luca Zaia la nuova sede distrettuale di Padernello (Treviso) del Distretto Sociosanitario Nord dell’Azienda Ulss 9. Hanno  fatto gli onori di casa il Direttore generale Francesco Benazzi ed il Sindaco di Paese Francesco Pietrobon, accompagnati dal Direttore di Distretto Annalisa Visentin. La totale ristrutturazione dell’immobile è stata portata a termine rapidamente, grazie alla collaborazione tra Azienda sanitaria e Comune di Paese con un investimento di 750.000 Euro. La spesa che sarà sostenuta dal Comune è stata anticipata dall’Ulss 9.

Un moderno insieme di nuove aree per i prelievi, accettazione amministrativa, sale d’attesa, ambulatori per ausili e protesica, e spazi destinati all’Avis (l’associazione dei donatori di sangue) – con percorsi per utenti fragili e moderni servizi igienici – è stato realizzato nel corpo centrale della villa, completamente riedificata e ridefinita. Al primo piano dello stesso edificio sono stati ricavati, inoltre, gli spazi direzionali con due studi, una sala riunioni e vani tecnici.

distretto Padernello-2

L’intervento sull’adiacente barchessa ovest, invece, ha comportato il totale riadattamento e ridistribuzione degli spazi a vantaggio dell’utenza, completato dal rinnovo impiantistico. Nella barchessa, al piano terra, si può fruire oggi di 9 ambulatori (Cure primarie, cure palliative, psicologo, assistenti sociali disabilità, educatori età evolutiva, infermieri), segreteria, spogliatoi personale e servizi. Al primo piano ci sono altri 10 ambulatori (psicologo, neuropsichiatra infantile, neuro psicomotricisti, logopedisti, assistenti sociali e educatori).

Consegnati il 25 maggio del 2015, i lavori si sono svolti in due fasi e sono stati ultimati il 14 dicembre di quest’anno. Hanno restituito un’estensione della struttura di 1475 metri quadrati, superiore di 350 rispetto a quella precedente, grazie all’utilizzo parti dismesse o inutilizzate. Nel corso delle opere è sempre stata garantita la continuità operativa dei servizi all’utenza.

Zaia agli sportelli-2

Il Comune di Paese e l’Azienda Ulss 9 hanno dimostrato una proficua collaborazione a beneficio della cittadinanza. Con uno specifico accordo di programma, infatti,  l’Azienda sanitaria ha assunto le funzioni di stazione appaltante, provvedendo ad individuare il progettista, alla gara d’appalto, all’esecuzione dei lavori, al pagamento delle spese. Spese che il Comune si è accollato con un rimborso in tempi successivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento