menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ufficio postale di Paese

L'ufficio postale di Paese

In crisi a causa del Covid-19, decide di rapinare le Poste

L'uomo, senza nessun precedente alle spalle, si è presentato alla cassa armato di pistola giocattolo e si è fatto consegnare 19mila euro. Intervenuti i carabinieri, al termine degli accertamenti del caso è stato rimesso in libertà

Ha cercato di rapinare con una pistola giocattolo l'ufficio postale di Paese di via della Resistenza. L'impresa era perfino riuscita, almeno in parte: aveva convinto l'impiegata a infilare in un borsone 19mila euro con cui il bandito, un insospettabile 60enne, stava guadagnando l'uscita. Due clienti, vedendo la scena, hanno bloccato l'uomo e lo hanno tenuto in consegna fin quando sul posto sono giunti i carabinieri di Paese. Il 60enne, ex agente di commercio ed in grave crisi a causa del Covid-19, è stato arrestato formalmente per tentata rapina e poi rimesso in libertà dal magistrato di turno. L'uomo, senza precedenti penali alle spalle, era entrato nell'ufficio postale dal retro, seguendo un operaio impegnato in alcuni lavori di manutenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento