rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Paese

«Gesto orrendo e imperdonabile, che segna profondamente»

Il sindaco di Paese, Francesco Pietrobon, commenta l'aggressione subita da una concittadina mercoledì sera in via Cavour. La 61enne ha ricevuto la visita dell'assessore Katia Uberti. Le indagini: nessun coinvolgimento dei richiedenti asilo

«Un episodio terribile e sconvolgente per la nostra comunità, qui a Paese non ho ricordi siano mai successo cose del genere». E' il commento del sindaco Francesco Pietrobon in merito alla vicenda della tentata violenza sessuale avvenuta nella serata di ieri, mercoledì, ai danni di una 61enne, aggredita poco dopo le 20 in via Cavour da un uomo di colore. «Sono profondamente scioccato - ha spiegato Pietrobon - e non posso nascondere la mia preoccupazione. So che i carabinieri stanno lavorando con grande impegno per consegnare alla giustizia l'autore di un gesto orrendo e imperdonabile, che segna profondamente lo stato d'animo della gente di Paese».

Oggi pomeriggio la 61enne ha ricevuto la visita dell'assessore al sociale del Comune di Paese Katia Uberti. A quanto si è appreso le indagini in corso avrebbero portato ad accertare che il maniaco non avrebbe nulla a che fare con i nove richiedenti asilo ospitati attualmente a Paese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Gesto orrendo e imperdonabile, che segna profondamente»

TrevisoToday è in caricamento