rotate-mobile
Cronaca Centro / Via Sant'Agata

Imbrattato palazzo del XIV secolo, la foto fa scattare l'ira dei trevigiani sui social

Parrebbe che l'atto vandalico ai danni del palazzo storico sia stato fatto qualche mese fa e diversi cittadini avessero già fatto notare a chi di dovere l'ignobile gesto

TREVISO "Cosa gli fareste a questo cretino...che imbratta un palazzo del XIV secolo" e Facebook si scatena. Ci troviamo sul ponte di Sant'Agata, a due passi dalla rinnovata piazza Santa Maria dei Battuti, in uno dei luoghi più belli dello scorrere lento del Cagnan. Una bomboletta spray rossa firma con la parola "Filias" un palazzo storico della Città di Treviso, che a quanto pare è stato ritratto anche dal Giorgione nel suo famoso dipinto de "La Tempesta".

Parrebbe che l'atto vandalico ai danni del palazzo storico sia stato fatto qualche mese fa e diversi cittadini avessero già fatto notare a chi di dovere l'ignobile gesto. "Lo farei pulire con uno spazzolino da denti giorno e notte fino al completo ripristino della facciata" - scrive qualcuno sul gruppo Facebok "La bella Treviso" ma c'è anche chi esorta all'utilizzo di metodi più inusuali come "lingua e varechina". Mentre la rete si indigna a gran voce del vile gesto, il danno è compiuto e 700 anni di storia trevigiana sono stati deturpati ad opera di ignoti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbrattato palazzo del XIV secolo, la foto fa scattare l'ira dei trevigiani sui social

TrevisoToday è in caricamento